se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Questo mese sto avendo delle macchie scure, inizialmente credevo fosse il ciclo, può essere un campanello di allarme?…

Buongiorno, sono circa due anni che non faccio un controllo ginecologico, poichè mi sono trasferita a Londra, questa estate rientrerò in Italia e farò la visita di controllo dal mio ginecologo. Questo mese sto avendo delle macchie scure, inizialmente credevo fosse il ciclo, sono al quarto giorno di macchie rosso scuro, può essere un campanello di allarme? È necessario consultare un ginecologo?
Grazie dell’attenzione cordiali saluti

Marina, 39 anni


Cara Marina,
non ci dai molte informazioni sul tuo ciclo, ad esempio se è regolare, se ti è già venuto, se ci sono stati rapporti a rischio. Questo rende difficile la possibilità di darti una risposta precisa, fermo restando che in una consulenza online non è possibile fare diagnosi precise ma come tu stessi accenni è importante avere un confronto diretto con lo specialista che attraverso una anamnesi precisa e conoscendo bene la tua storia personale può avere un maggior quadro di insieme.
Detto ciò, le macchie scure a cui ti riferisce potrebbero essere episodi di spotting ovvero piccole perdite di sangue che possono comparire durante il mese, fra una mestruazione e l’altra, per lo più nel periodo ovulatorio. Altre volte si presentano di colore scuro qualche giorno prima del vero flusso mestruale. Lo spotting è il segnale di un significativo cambiamento nella produzione ormonale e indica lo sfaldamento dell’endometrio. Potrebbe essere legato anche a protratti periodi di stress fisico o emotivo, a cambiamenti negli stili di vita o dell’alimentazione o ad oscillazioni ormonali. Se il fenomeno si ripete in più cicli, potrebbe essere un segnale disfunzionale. Lo spotting non devono spaventare, ma non va trascurato, soprattutto se si potrae nel tempo e va valutato con il ginecologo/a di fiducia. Sarà il medico ad individuarne la causa, spesso innocua e reversibile, e ad escludere, con la visita ed eventuali accertamenti clinici, la possibilità di eventuali disturbi o malattie. 
Magari potrebbe esserti di aiuto comunque chiedere un consulto in fondo l’ Inghilterra rientra tra i paesi della comunità europea e se sei munita del tesserino sanitario potresti recarti in qualche struttura ospedaliera o ente convenzionati per richiedere una visita. Questo potrebbe aiutarti a tranquillizzarti in attesa del tuo ritorno in Italia.
Facci sapere come procede..
Un caro saluto!