se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Volevo sapere se la spirale di rame è possibile utilizzarla anche se non si hanno avuto figli? …

Grazie per la risposta! Si infatti a breve farò una visita ginecologica così prenderò una decisione! Volevo sapere se la spirale di rame è possibile utilizzarla anche se non si hanno avuto figli? Perché sarebbe l’ideale per me dato che non contiene ormoni e gli effetti collaterali mi sembrano minimi rispetto la pillola 🙂
Grazie un saluto!

Anonima


Cara Anonima,
come ti accennavamo nella risposta precedente non ci sono metodi che non portano svantaggi con sè, e solo valutando i diversi casi è possibile fare la scelta più opportuna. Ci sembra di capire che la scelta del metodo contraccettivo desta in te parecchie preoccupazioni, probabilmente perchè le vedi intrusive rispetto al corpo. aver un grande rispetto del corpo è un punto di partenza molto importante ma oggigiorno le tecniche di contraccezione son sempre più all’avanguardia e meno invasive.
Per quanto riguarda la spirale di rame, è appunto un piccolo dispositivo di plastica con del rame avvolto intorno allo stelo centrale e viene disposto nella cavità uterina.
La spirale in rame rilascia piccole quantità di rame nell’utero, questo metallo impedisce la fecondazione dell’ovulo o l’impianto nelle pareti uterine. Il rame inoltre non permette allo sperma di attraversare l’utero e le tube di Falloppio e inibisce la capacità dello sperma di fecondare l’ovulo.
La spirale deve essere messa e tolta da un medico previo analisi ginecologiche di routine: un’anamnesi completa, un test di gravidanza e il prelievo di un campione di tessuto della vagina e del collo dell’utero per escludere eventuali infezioni. Non tutte le donne possono usare la spirale, talvolta la forma o le dimensioni dell’utero potrebbero non essere compatibili. Non crediamo che ci siano importanti controindicazione nel caso in cui non ci siano state gravidanze pregresse. Come da bugiardino, la spirale non può essere usata se si è in gravidanza, se si ha una malattia infiammatoria pelvica, se si è allergici al materiale o si hanno fibromi uterini.
Sicuramente tra i vantaggi della spirale troviamo un riscontro economico ridotto, ma soprattutto come tu stessa accennavi un non coinvolgimento dell’asse ormonale ed endocrino.
Di contro c’è la possibilità di contrarre delle infezioni durante le settimane di inserimento e comunque va precisato che la spirale, così come la pillola non protegge dalle infezioni sessualmente trasmesse. Se la spirale fallisce potrebbero esserci delle gravidanze extrauterine, oppure può essere espulsa dall’utero durante le mestruazioni.  Inoltre con la spirale al rame potrebbe esserci la presenza di mestruazioni più abbondante e dolorose.
Come vedi anche in questo caso è importante una anamnesi più precisa, e siamo sicuri che il ginecologo, avendo un maggiore quadro di insieme riuscirà a supportarti nella scelta della giusta contraccezione che fa per te.
Un caro saluto!