se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Ho dimenticato la pillola e avuto rapporti completi…

Prendo la pillola da molti anni, ho dimenticato e preso in ritardo alcune compresse; ho avuto rapporti completi, l’ultimo 20 gg fa. ho nausea, perdite marroni, senso di pienezza, rigurgito, dolori basso ventre, posso essere incinta?

Dany, 34 anni



Cara Dany,
innanzitutto va detto che la sicurezza della pillola è considerata pressoché al 99%,  le percentuali teoriche di fallimento sono bassissime, attorno allo 0,2-0,1% e per questo motivo è considerato uno dei i metodi contraccettivi più sicuri; ma devi sapere che le gravidanze indesiderate presenti durante l’assunzione del farmaco sono dovute alla distrazione ed errori di continuità d’assunzione.
Abbiamo poche informazioni per poterti dare una risposta più precisa, ad esempio che tipo di pillola prendi, entro quanto tempo dalla dimenticanza hai assunto la pillola, in quali giorni hai avuto il rapporto, se dopo tali rapporti hai avuto le mestruazioni…
In linea generale possiamo dirti che in caso di dimenticanza è necessario prendere la dose dimenticata appena ci si ricorda e comunque nell’arco delle 12 ore dall’orario consueto di assunzione, anche se tutto questo significa assumere due compresse insieme.
Se sono trascorse più di 12 ore dall’assunzione abituale, la copertura anticoncezionale della pillola potrebbe essere ridotta e dunque non più affidabile. In genere, se la compressa dimenticata è durante la prima settimana di assunzione e sono trascorse più di 12 ore dall’orario consueto, allora è opportuno usare altri metodi contraccettivi aggiuntivi nei successivi 7 giorni. Se si sono avuti rapporti nella settimana precedente la dimenticanza, va consultato il ginecologo per una eventuale contraccezione d’emergenza.
Se la dimenticanza risulta nella seconda o nella terza settimana di assunzione, va presa comunque la pillola dimenticata e in questo caso non c’è bisogno di metodi contraccettivi aggiuntivi.
Come vedi le variabili da tenere in considerazione sono tante, per questo ti suggeriamo di rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia che potrà darti tutte le informazioni utili a riguardo e individuare anche l’origine dei tuoi fastidi. Speriamo di esserti stati d’aiuto.
Un caro saluto!