se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Vorremmo fare esami delle urine e del sangue per la ricerca delle beta hcg…

Salve,
io e la mia ragazza abbiamo avuto un rapporto a rischio il 24 febbraio.
Vorremmo fare esami delle urine e del sangue per la ricerca delle beta hcg.
Dopo quanti giorni dal rapporto possiamo farle per avere dei risultati certi e sicuri e non incorrere in falsi positivi o negativi?
Il giorno del rapporto va contato?
La mia ragazza soffre da sindrome da ovaio policistico ed è in cura con ansiolitici ed antidepressivi.
Tutto ciò potrebbe falsare i risultati dei test?
Su internet abbiamo trovato diverse risposte e siamo molto confusi, attendiamo risposte chiare e certe!
Max urgenza, grazie!
,

Caro Alex,
la sintesi della gonadotropina inizia nel momento in cui si verifica l’impianto dell’embrione in utero, quindi una settimana circa dopo il concepimento. Puoi fare il conteggio dal giorno dopo il rapporto a rischio per poter effettuare le analisi delle beta hcg, senz’altro più attendibili del test reperibile in farmacia, perché non lasciano spazio ai falsi negativi. Riteniamo che l’assunzione di farmaci non influisce sul rilevamento dell’ormone, ma ti consigliamo, in sede di analisi, di far presente il dubbio e di chiedere accertamenti.
Quindi, le analisi si possono effettuare prima dell’arrivo preseunto del ciclo, mentre il test sulle urine è preferibile farlo dal primo giorno di ritardo.
Un caro saluto!
,Alex, 18 anni,18-03-2013,Sessualità-SeSso è meglio,concepimento