se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho il Papilloma Virus, può condizionare una gravidanza?…

Salve medici,
mi rivolgo a voi per avere un po’ di chiarezza su una questione delicata. Da qualche mese ho fatto degli esami, prescritti dal mio ginecologo, perché pare che sia stato trovato un virus alle parti intime. Il risultato dice che ho il Papilloma Virus. Appena il mio medico me l’ha detto ho avuto tanta paura perché non sapevo minimamente di cosa si trattasse. Lui ha provato a spiegarmelo. Mi ha accompagnato mia madre alla visita, e lei è più ansiosa di me, perciò non posso contare su di lei. Al mio ragazzo ho paura di dirlo, perché non so come può reagire, stiamo insieme da poco e non so che penserebbe. In genere usiamo il preservativo, ma non sempre… Allora la mia domanda è, anche se è presto per pensarci, ma mi sento che questa novità mi ha sconvolto: questo virus può condizionare una futura gravidanza?

Flora, 26 anni


Cara Flora,
capiamo che esami così delicati, possano destare ansia e preoccupazione, soprattutto se l’esito non è del tutto chiaro o non del tutto positivo. Come ti avrà certamente spiegato il tuo medico, il papillomavirus (HPV – Human Papilloma Virus) è responsabile di lesioni infettive quali papillomi, condilomi e verruche a localizzazione quasi esclusivamente genitale. Esistono numerosissimi tipi di virus, identificati attraverso un numero, conoscere il tipo permette di intervenire efficacemente. Questo tipo di virus rientra tra le cosiddette “malattie sessualmente trasmesse”. Attraverso rapporti intimi con una persona che ha contratto il virus, c’è il rischio che avvenga il contagio. La trasmissione del virus non richiede necessariamente un rapporto sessuale completo, quindi, attualmente, il mezzo di prevenzione più efficace per evitare il contagio da una persona infetta è l’utilizzo del profilattico dall’inizio alla fine del rapporto, compresi i “preliminari” durante i quali si può verificare un contatto con i genitali. Come avrai intuito parlarne con il tuo ragazzo può essere un primo step, anche per condividere una preoccupazione o assumere insieme la condotta contraccettiva idonea che vi faccia stare sereni. Non sentirti giudicata, né colpevole. Detto ciò, per rispondere alla tua domanda: nella maggior parte dei casi, se la situazione dell’HPV viene monitorata e curata non dovrebbero esservi rischi di infertilità, ma bisogna che ne parli accuratamente con il tuo ginecologo che conosce bene la tua situazione, esprimendo in quella sede tutti i tuoi dubbi o timori, trovando con lui la cura o l’intervento più appropriati, in quanto alcuni tipi possono essere preoccupanti e bisogna intervenire. Per ulteriori approfondimenti ti rimandiamo a questo link, dove potrai ricevere una risposta altrettanto valida e più specifica: http://www.salute.gov.it/portale/futurofertile/contenutoFuturoFertile.jsp?id=111
Un caro saluto!