se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Mercoledì mi sono presentata al consultorio dove ne ho parlato con la ginecologa e mi ha visitato…

Gentili esperti,
vi ho scritto qualche giorno fa per via del prurito vaginale e bruciore esterno che credevo fosse dato dal sellino della bici. Mercoledì mi sono presentata al consultorio dove ne ho parlato con la ginecologa e mi ha visitato. Ha detto che è sicuramente irritazione data dal sellino perché lei non vedeva niente quindi nessun infezione, mi ha prescritto quindi un detergente intimo sanigil, ed un gel sempre sanigil. Ma in farmacia non avevano il secondo e mi hanno dato vagisil che ha le stesse caratteristiche. Ho fatto due lavagi al giorno e due applicazioni con la crema come prescritto dalla dott. Questo dovrei farlo per otto giorni, ma io essendo già al terzo giorno posso smettere? Non sento più dolore o prurito. Volevo anche dirvi che io con questa ginecologa non mi trovo bene ma essendo gratis mi conviene. Non mi mette a proprio agio inoltre mi sgrida sempre perché non uso il preservativo. Ma io dico, uso apposta l’ anello per non usare il preservativo. E poi ho un ragazzo da due anni e non penso proprio abbia malattie.
Grazie per l attenzione e cordiali saluti,

Cara Jas,
sei stata molto brava a farti controllare, sappiamo che non sia facile farsi visitare, soprattutto alla tua età. A volte è possibile trovare dottori un po’ bruschi e poco accoglienti, magari puoi provare a chiedere di cambiarlo, sempre all’interno dello stesso Consultorio.
Di solito, è bene finire la cura, perché anche quando i sintomi si attenuano, non significa che l’infezione sia completamente sparita, per questo è necessario finire il ciclo per debellare tutti i batteri e il virus. Riguardo al tipo di precauzione, è vero che usi l’anello, ma l’utilizzo aggiuntivo del preservativo aiuta a proteggere dalle malattie sessualmente trasmissibili, forse per questo la ginecologa si è raccomandata. Capiamo che sia un po’ scomodo, ma l’unico modo per preservarsi da ricadute o possibili contagi.
Pazienta ancora un pò nel seguire la cura e poi vedrai che ti sentirai meglio!
Un caro saluto!
L’èquipe degli esperti

,Jas, 19 anni,17-06-2013,Corpo e salute,malattie sessualmente trasmissibili