se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho avuto un rapporto non protetto con il mio ragazzo, due volte consecutive…

Salve, ho avuto rapporti non protetti con il mio ragazzo con coito interrotto, ma due volte consecutive e dopo che entrambi ci siamo lavati. Il mio ultimo ciclo è avvenuto il 19 febbraio e l’avvenimento è del 4 marzo, il giorno prima andai a fare un pap test e avevo alcune perdite dettomi dalla dottoressa che lo ha eseguito. Dopo 2/3 giorni dal presunto concepimento ho iniziato ad avvertire un piccolo dolore al fianco destro e reni, ma leggero tanto che a volte oltre al dolore sento solo fastidio o meglio il senso di avere qualcosa nel basso ventre. Se provo a fare pressione noto la zona dolente, ma poi il dolore scompare quasi subito, inoltre a volte sento un leggero bruciore all’interno della vagina ma quando urino tutto nella norma. Potrebbero essere sintomi di gravidanza o altro? E inoltre è possibile avvertire tali sintomi dopo solo 3 giorni dal concepimento? Oggi è 11 marzo e sento ancora tutto ciò. Vi ringrazio in anticipo…spero in una vostra risposta

Martina, 25 anni



Cara Martina,

nel caso di rapporti non protetti ravvicinati  ci possono essere dei rischi di concepimento se la donna si trova nel suo periodo fertile, anche se si usa il coito interrotto. Non basta una buona pulizia del pene per eliminare residui di sperma: gli spermatozoi rimangono in vita nelle ghiandole che si trovano vicino alla base del pene e quindi possono fuoriuscire anche nelle prime fasi dei rapporti successivi. Ti consigliamo quindi di effettuare un test di gravidanza, qualora dovesse esserci un ritardo del prossimo ciclo, in modo da essere sicura di quale sia la reale situazione.
Per quanto riguarda i sintomi che descrivi possono avere cause diverse e non è possibile individuarle con precisione in questa sede. Comunque in genere i segnali correlati al concepimento non si verificano prima di una o due settimane.  Ti consigliamo di consultare anche il tuo ginecologo di fiducia per capire insieme se e come approfondire il tuo stato di salute per individuare l’origine dei fastidi che avverti.
Un caro saluto!