se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Io non ne ho parlato con i miei genitori appunto perchè avevo paura succedesse quello che è successo…

Ho trovato interessante la risposta, infatti ci stò riflettendo su… magari mi potrei sbagliare sul mio orientamento sessuale, ma quello che ho provato fin’ora mi porta sempre alla stessa conclusione… infatti mi ha aiutato molto a superare un piccolo blocco nella mia vita.
Io non ne ho parlato con i miei genitori appunto perchè avevo paura succedesse quello che è successo… il fatto che loro non vogliano parlarne con me mi disturba molto, perchè quando un genitore mette in "punizione" un figlio spiega anche le proprie motivazioni… e anche se fosse una cosa passeggiara non credo sia un crimine…
,

Cara Valentina,
comprendiamo molto bene il dispiacere che provi e l’ esigenza di non sentirti sola in questo momento così particolare. L’orientamento sessuale non è mai un crimine come hai giustamente sottolineato anche tu. Effettivamente da quello che racconti nel rapporto con i tuoi genitori ci sono molti non-detti di cui tu stai cominciando ad occuparti. L’imbarazzo di cui parli potrebbe appartenere sia a te che a tua madre e questo spiegherebbe l’empasse nella comunicazione tra di voi. T’invitiamo a prendere un pò di tempo, a rifletterci su e ad osservare quello che succede a casa, vedrai che arriverà il momento giusto per affrontare la questione con maggiore naturalezza.
Facci sapere!
Un caro saluto!,Valentina, 17 anni,05-09-2013,Disagio emotivo e/o psicologico,identità di genere