se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Quante probabilità ci sono di rimanere incinta a 47 anni?..

Buongiorno siete stati così cortesi rispondendomi celermente ..approfitto ancora di voi
ho rifatto il test stamattina quindi 14 giorni dopo il rapporto con esito negativo ma sono ancora molto in ansia.
Mi avete detto che il test dovrebbe essere attendibile due settimane dopo il rapporto ma se io dovessi aver ovulato due o tre giorni dopo il rapporto vale lo stesso?
Ultima domanda a 47 anni quante probabilità ci sono di rimanere incinta?
grazie mille

Manuela, 47 anni


Cara Manuela,
come accennavano nella precedente domanda il test di gravidanza va effettuato almeno dopo 12-14 giorni dal rapporto, perché questo è il tempo che occorre affinché l’ovulo venga fecondato, risalga le tube di Falloppio e si impianti sull’endometrio, solo allora il corpo inizierà a rilasciare l’ormone della gravidanza. Per evitare l’interferenza di altri fattori come doppie ovulazioni viene anche consigliato di effettuare il test dal primo giorno di ritardo del ciclo, in modo da essere sicuri che questo sia davvero attendibile.
Un’alternativa più sicura al test delle urine è l’analisi del sangue eseguibile già 7-10 giorni dopo il presunto concepimento.
per quanto riguarda la tua seconda domanda invece considera che la donna raggiunge il picco di massima fertilità tra i 18 e i 28 anni. Dopo i 35 anni la capacità riproduttiva tende a declinare irrimediabilmente.
In genere la riserva ovarica, cioè il numero di ovociti che una donna ha a disposizione, si esaurisce quando arriva la menopausa, che nelle donne italiane sembra stimarsi in media tra i 48 e i 52 anni. Il numero degli ovociti è determinato geneticamente e non è uguale in tutti gli individui, per cui esiste la possibilità che questo patrimonio possa esaurirsi anche precocemente determinando una condizione di menopausa precoce, oppure allungarsi nel tempo.
Per un concepimento è importante non solo la quantità ma soprattutto la qualità degli ovociti che tende a peggiorare nel tempo, e in modo significativo dopo i 40 anni. Questo porta, generalmente, ad aumentare le difficoltà dell’instaurarsi di una gravidanza. Non è possibile indicare una percentuale precisa perchè bisogna considerare tutte le variabilità della storia personale.
Attraverso una consulenza online non è possibile approfondire se l’irregolarità del ciclo di cui ci parli possa essere attribuito ad un principio di menopausa o ad oscillazioni ormonali, per questo ti consigliamo di rivolgerti alla tua ginecologa di fiducia, che conoscendo meglio la tua storia personale e avendo a sua disposizione degli strumenti tecnici più idonei potrà valutare e fare il punto sulla tua situazione ginecologica.
Un caro saluto!