se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Prima dell’arrivo del ciclo ho avvertito un fastidioso prurito”interno” con perdite bianche pastose…

Buongiorno, sia il mese scorso che questo qualche giorno prima dell’arrivo del ciclo, ho avvertito un fatidioso prurito”interno” accompagnato a delle perdite bianche di consistenza pastosa non maleodoranti(ce comunque mi sembra di aver sempre avuto prima del ciclo). Mi sembra inoltre che l”ingresso della vagina sia come “gonfio”, come se la parete fosse più spessa ma di consistenza morbida. Mi chiedo se è normale, perché non ricordo di aver mai avuto questa sensazione. Potrebbe essere un’infezione o qualcosa di più grave? Ho la prima visita ginecologica a maggio, dovrei forse anticiparla?
Grazie mille

Giulia, 22 anni


Cara Giulia,
la produzione di secrezioni vaginali è un’attività comune nel corpo femminile. La cervice infatti espelle del muco chiaro dalla vagina per mantenere uno stato di salute sano della stessa. Le perdite bianche solitamente si presentano durante i giorni fertili all’ incirca nel periodo pre e post ovulatorio e sono correlate a fattori ormonali.
In genere nel periodo ovulatorio le perdite di muco vaginale si presentano acquose, filanti e trasparenti, assumono cioè un aspetto simile a quello della “chiara (albume) dell’uovo” e si mantengono tali fino alla fine dell’ovulazione, per diventare poi dense e biancastre subito dopo l’ovulazione. Il cambiamento però della frequenza, dell’odore e delle secrezioni stesse possono anche essere legate ad una infezione intima, ma questo è possibile dirlo facendo degli esami più specifici.
Il prurito di cui parli potrebbe essere legato ad una candida, magari anche ad reazione allergica ai salvaslip, ad oscillazioni ormonali, fattori di stress ma essendo una consulenza online è impossibile poter fare diagnosi precise.
Potrebbe essere utile invece, come tu stessa suggerivi, di anticipare la visita dalla ginecologa oppure, qualora non fosse possibile, potresti anche parlarne con il tuo medico di base e confrontarsi sulla possibilità o meno di fare degli esami specifici magari come un tampone vaginale.
Un caro saluto!