se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Come faccio a capire se sono lesbica?…

Salve!
Volevo porre una domanda che mi tormenta da un pò. Come faccio a capire se sono lesbica? Io sono sempre stata attratta dai personaggi femminili nei film o telefilm, non sono mai riuscita a esprimere la mia opinione circa un ragazzo che le mie amiche reputavano carino, mi era sempre indifferente, e non sono mai stata attratta da un ragazzo che conosco, ma è anche vero che non mi sono mai innamorata nemmeno di una ragazza. Certo, quando guardo un ragazzo non mi viene da pensare "Oh guarda che carino" oppure " No, non mi piace", cosa che invece spesso succede con le ragazze. Ma non essendo mai stata attratta effettivamente da nessuno, non so come rapportarmi sul fatto di essere gay o meno. Non so se sono riuscita ad essere molto chiara nella spiegazione, ho le idee parecchio confuse anche io, quindi…
Comunque grazie per l’ascolto!,NR, 17 anni,11-11-2013,Sessualità-SeSso è meglio,identità di genere,

Cara NR,
capiamo benissimo che alla tua età c’è un bisogno urgente e profondo di doversi definire, di dover capire chi si è, come si è fatti, cosa ci piace…
Tuttavia, e quasi per paradosso, possiamo dirti che è la fase della crescita di "indefinizione" per antonomasia! Non odiarci, ma in effetti tu potresti essere paragonata ad un "bozzolo totipotente" ossia ad un’entità in grado di spiegare le proprie potenzialità in direzioni diverse; e potrai scoprire che "fattezze" avranno queste direzioni solo vivendole. Pensiamo che la cosa importante ora per te possa essere semplicemente innamorarsi, lasciarsi attrarre da qualcuno/a! E poi anche lì non sarà possibile definire il proprio orientamento sessuale: spesso anche quando le prime "cotte" sono dirette verso persone dello stesso, questo non sta ad indicare una omosessualità certa! L’importante sarà non farsi schiacciare dai mille dubbi ed interrogativi e lasciare che l’altro (di qualsiasi genere sia) possa entrare nella tua vita, conoscerti, farsi conoscere e, quindi, piacerti. Per poter così condividere emozioni e sentimenti. E’ possibile che tutto questo faccia un po’ paura, ancor più della scoperta della propria identità di genere…
Un caro saluto!