se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Quali sono i rischi del liquido pre-eiaculatorio?…

Ho avuto un rapporto con il mio ragazzo non protetto, lui è venuto completamente fuori dopo che il rapporto fosse concluso ma ho paura per il liquido pre-eiaculatorio, come faccio a capire che cosa fosse quel liquido? Quali sono i rischi del liquido pre-eiaculatorio?

Anonima, 17 anni


Cara Anonima,
il liquido pre-eiaculatorio o liquido di Cowper, anche detto pre-spermatico, per il suo pH basico, ha la funzione di neutralizzare l’acidità dell’urina, preparando così l’uretra al passaggio del liquido seminale. Per questo motivo viene prodotto e poi rilasciato da alcune ghiandole poste lungo le vie genitali maschili, in risposta a vari eventi quali masturbazione, preliminari e le fasi iniziali di un rapporto sessuale, ma anche durante la penetrazione e precedentemente all’orgasmo ed all’eiaculazione vera e propria, cioè all’emissione di sperma. La quantità in cui viene emesso è variabile da persona a persona. In letteratura scientifica il dibattito sulla fecondità del liquido vede ancora un lungo dibattito ma secondo alcuni recenti studi, nel liquido pre-eiaculatorio non dovrebbero essere presenti spermatozoi e qualora ce ne fossero in esigue quantità questi non sarebbero in grado di fecondare.
Detto questo il coito interrotto non è un metodo concezionale sicuro in quanto durante i momenti di piacere potrebbe essere davvero difficile avere un completo controllo del proprio corpo. E’ sempre consigliabile avere dei rapporti protetti dall’inizio alla fine in modo da evitare rischi indesiderati.
Affinchè si instauri una gravidanza devono esserci diversi presupposti come una eiaculazione interna in assenza di contraccettivi mentre la donna deve trovarsi nel suo periodo fertile. Non ci dici in che giorno del ciclo è avvenuto il rapporto, ma se l’eiaculazione è avvenuta completamente fuori non dovrebbero esserci rischi significativi. Non ci sono mai certezze assolute, se può farti star più tranquilla, potresti recarti in un consultorio della tua zona o rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia in modo da porre vis a vis tutti i tuoi dubbi.
Un caro saluto!