se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

La mononucleosi pu� influenzare il ciclo e causarne un ritardo?…

Buongiorno,avrei bisogno di alcune risposte..
Innanzitutto vi spiego un po’ la situazione: il 12 Gennaio ho avuto un mini rapporto non protetto con il mio ragazzo e lo chiamo "mini" perchè a dire il vero non lo considero neanche tale essendo che è entrato per pochi secondi,circa 30,ed è uscito. Io sono una paranoica e sono molto spaventata da questo liquido pre-seminale nonostante abbia letto da molte parti e anche da questo vostro utilissimo sito che se prima non vi è stata alcuna eiaculazione non conterebbe spermatozoi e,anche se li contenesse,non sarebbero sufficienti ad indurre ad una gravidanza. Mi confermate questa affermazione? Se ho sbagliato qualcosa vi prego di correggermi. Inoltre non ero nel mio periodo fertile e l’eiaculazione prima del rapporto non c’è stata e lui non ne perde molto,lui stesso dice che pochissime volte l’ha visto uscire.
Ora però ho un ritardo di 4 giorni,è davvero possibile rimanere incinta così?
Vorrei anche aggiungere che sono appena guarita da un’aggressiva mononucleosi,la quale mi ha fatto venire febbre e tanti altri malanni.. è stato un periodo molto stressante! La mononucleosi può influenzare il ciclo e causarne un ritardo?
Vi prego di rispondere al più presto e chiarire i miei dubbi,sto andando in preda al panico e peggioro solo. Aspetto vostre risposte e vi ringrazio già!,

Cara Angelica,
la mononucleosi, come qualsiasi infezione in fase acuta, può provocare uno “scombussolamento” dell’organismo che può, almeno in linea teorica, interessare anche il ciclo mestruale. Inoltre anche lo stress, l’abbassamento delle difese immunitarie e i farmaci possono influenzare l’andamento del ciclo.
È vero che in genere il liquido preseminale non contiene una quantità significativa di spermatozoi, se non ci sono state eiaculazioni precedenti a breve distanza, ma devi tenere presente che non è sempre possibile controllare completamente il proprio corpo e ciò che avviene durante i rapporti, è per questo che consigliamo di avere sempre rapporti protetti fin dall’inizio per evitare preoccupazioni inutili.
Cerca di stare tranquilla, il panico non aiuta l’organismo a riprendersi. Speriamo che tornerai presto in forma e che il ciclo riprenderà la sua regolarità.
Se così non fosse e se il ritardo dovesse prolungarsi eccessivamente, ti consigliamo di fare una visita ginecologica di controllo.
Un caro saluto!
,Angelica, 16 anni,19-01-2015,Sessualit�-SeSso � meglio,timore gravidanza