se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

� stato un periodo molto brutto della mia vita…

Salve,
So che probabilmente le mie preoccupazioni appariranno superflue ma, essendo una persona molto ansiosa, non so darmi pace.
Il 10 agosto ho avuto un rapporto non protetto, se così si può definire: io ed il mio ragazzo stavamo cercando di avere rapporti anali e per sbaglio lui è "scivolato" nella vagina. Abbiamo smesso subito, ovviamente, visto che non indossava un preservativo. Da allora non ho più avuto rapporti e ho avuto due cicli (rispettivamente il 22 agosto e il 18 settembre).
Tuttavia, il ciclo di agosto ha ritardato una settimana mentre quello si settembre ha anticipato. Entrambi sono stati leggeri, ma nella norma per me, visto che non ho mai avuto un ciclo abbondante…eppure durante la notte l’assorbente non si è macchiato come al solito…questo particolare mi logora.
Premetto che non si trattava assolutamente di spotting, il flusso era normale e con molti.. "grumi" diciamo. Sono stati dolorosi come al solito e sono terminati entro cinque/sei giorni.
Eppure non so darmi pace, ho il terrore di essere incinta.
È stato un periodo molto brutto della mia vita…non ho passato il test di medicina, il mio ragazzo si è dovuto trasferire lontano da me ed i miei genitori stanno avendo una grave crisi economica. Tutti questi eventi spesso hanno portato ad autolesionismo…..
Ora vi chiedo, posso stare tranquilla, almeno su questo aspetto? Come si è capito non avrei le facoltà di prendermi cura di un bambino….non ho fatto test di gravidanza perché sono terrorizzata di poter vedere un positivo….
Spero possiate aiutarmi. Grazie per la vostra disponibilità.,

Cara Gianna,
da quello che ci scrivi non deve essere proprio facile riuscire a gestire insieme tutte queste preoccupazioni. Scegliere delle condotte autolesioniste a volte è un modo per controllare le esperienze penose e angoscianti, in questo modo il dolore fisico appare più sopportabile di quello psicologico. Queste ferite potrebbero nascondere delle radici profonde ed magari parlarne con qualcuno esperto, come uno psicologo/psicoterapeuta, potrebbe essere un importante spazio per confrontarsi e contenere questa sofferenza con strumenti diversi. La tua sensibilità è una risorsa importante che non devi trascurare, non è da tutti raccontarsi e chiedere aiuto.
Invece rispetto al timore di una gravidanza indesiderata puoi stare tranquilla, la presenza dei due cicli successivi ci fa pensare che non ci sia stato alcun concepimento. In merito alle irregolarità del ciclo, ci sono diversi fattori che posso alterare la durata e l’intensità, come il cambio di stagione, l’alimentazione ma soprattutto quando si è sottoposti a un forte periodo di stress fisico e/o psicologico. Se i ritardi dovessero ripresentarsi anche nei cicli successivi ti consigliamo di rivolgerti ad un ginecologo di fiducia per valutarne le cause.
Quindi puoi stare tranquilla!
Se ti va puoi continuare a scriverci e farci sapere come va…
Un caro saluto!,Gianna, 20 anni,24-09-2015,Sessualit�-SeSso � meglio,timore gravidanza