se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Mi sono trasferita in Gran Bretagna. Devo fare le analisi per la pillola…

Salve gentilissimi dottori,
vi scrivo per un consulto un pò particolare in effetti, ma avrei bisogno del vostro aiuto!
Mi sono trasferita in Gran Bretagna da circa un mese e qui come è giusto che sia mi sono iscritta alla sanità locale per avere un proprio medico di base. Oggi mi sono recata dal nuovo medico di base per conoscerlo e per farmi prescrivere le analisi del sangue. e visto assumo la pillola contraccettiva insieme alle analisi di routine ho fatto anche richiesta delle analisi specifiche per chi assume la pillola. Causa la difficoltà della lingua e la difficoltà nel comunicare che ancora ho, non sono certa se il dottore abbia prescritto tali esami perchè sulla prescrizione non ha spuntato "Coagulation Screen, INR, APTT Ratio, D dimer, Lipids, Bone Profile. In un altro riquadro invece ha scritto qualcosa di cui però non capisco nulla..forse qualcosa come LH..poi V, D. Non saprei! Mi potreste aiutare a capire. Chiedo scusa, ma certe cose è difficile capirle e non ho il coraggio di andare a chiedere, qui sono un pò rigidi.
Grazie di cuore
,

Cara Anonima,
capiamo che questo cambiamento richiede un riadattamento di tutte le tue abitudini di vita, compreso l’aspetto della salute e dell’assistenza medico-sanitaria. Sicuramente sia l’aspetto burocratico che i protocolli medici adottati sono differenti. Perciò nella prescrizione dello screening da te richiesto per l’assunzione della pillola, probabiltemente si indagano i parametri emato-chimici ritenuti necessari nella pratica medica locale.  Tuttavia non abbiamo informazioni sufficienti per essere più specifici.
Probabilmente i valori indicati nella prescrizione ti sembreranno diversi da quelli a cui eri abituata in precedenza (ci sembra di aver capito che già prendevi la pillola), ma ti consigliamo di affidarti alla professionalità di chi ti sta seguendo.  Considerando che vorresti fare approfondimenti specifici, potresti portare la confezione della pillola che assumi per facilitare la comunicazione col nuovo medico.
Capiamo che già nella relazione tra medico e paziente talvolta la comunicazione risulta difficile, troppi termini tecnici che alimentano fantasie e paure, tanto più in una lingua e cultura sconosciute, ma ti suggeriamo di sentirti tranquilla nel porre domande e vederti chiariti i tuoi dubbi.
Se questo non dovesse essere sufficiente, un’altra soluzione potrebbe essere quella di rivolgersi ad un medico Italiano con cui confrontarti serenamente. Tale figura professionale potrebbe aiutarti ad integrarti maggiormente nel sistema locale e a richiedere le analisi giuste.
Speriamo di esserti stati d’aiuto. Se ti va puoi tornare nuovamente a scriverci per aggiornarci su questa tua importante avventura.
Un caro saluto!,Anonima,22-10-2015,Sessualit�-SeSso � meglio,pillola