se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Abbiamo avuto rapporti non protetti con interruzione in cui io venivo fuori…

Salve,
la mia ragazza ha avuto il primo giorno di ciclo il 24 /09 e a partire da maggio ha avuto cicli irregolari 29 – 26 – 29 – 26 – 27 mentre a marzo e aprile 28. Ad oggi ancora non ha il solito male al seno che gli viene prima del nuovo ciclo e siamo preoccupati dal fatto che stia ritardando di così tanto (secondo i calcoli su media di 28 giorni ora siamo al 3° giorno di ritardo).
Abbiamo avuto rapporti non protetti con interruzione in cui io venivo fuori, di cui uno poco dopo il periodo fertile (1-2 gg dopo). Sappiamo che è sbagliato e pericoloso, ma finora era sempre andata bene.
Siamo molti agitati, soprattutto lei, e in questo periodo sta seguendo il tirocinio e la tesi più abbiamo avuto un litigo 3gg fa. Ho letto che ansia, stress e fattori emotivi possono condizionare l’irregolarità…..ma di così tanto? Cosa consigliate di fare? I nostri genitori non sanno che abbiamo vita sessuale attiva e lei non vorrebbe andare dal ginecologo. Grazie per l’aiuto,

Caro Roberto,
capiamo la tua preoccupazione ed è un bel gesto da parte tua scriverci per la tua ragazza, dimostra interesse e  accudimento. L’agitazione di cui parli traspare, anche dal rendiconto minuzioso che ci proponi del conteggio dei giorni. Per rispondere alla tua domanda: l’ansia, lo stress, la preoccupazione, i dispiaceri, la stanchezza, possono condizionare la regolarità del ciclo, perché agiscono direttamente a livello fisiologico, sul nostro organismo. La comparsa di mestruazioni irregolari può riflettere una situazione di disagio fisico e psichico che innesca una serie di meccanismi su base ormonale che alterano il ritmo, la quantità e la durata del ciclo mestruale.
Tanto per chiarirci: un ciclo mestruale regolare ha una frequenza abituale compresa tra i 25 e i 35 giorni, quindi non deve essere necessariamente di 28 giorni per essere considerato tale.
Perciò come vedi c’è un’oscillazione di circa dieci giorni che risponde poi anche ad una soggettività. Da quanto dici riteniamo che non vi sia rischio di una gravidanza indesiderata, quindi la tua fidanzata può attendere il prossimo ciclo, anche se non possiamo darti la certezza assoluta visto che il coito inteerotto, come sai, non è un metodo affidabile.
Per il futuro vi consigliamo di adoperare metodi contraccettivi più sicuri, quali il preservativo, la pillola anticoncezionale, o quello che ritenete più adatto a voi. Il coito interrotto non è un valido anticoncezionale, perché non sempre, nel momento di massimo piacere, si ha il controllo totale sul proprio corpo, inoltre tiene l’uomo in tensione per tutta la durata del rapporto, impedendo il completo rilassamento di entrambi.
Perciò per una vita sessuale più serena meglio individuare un metodo più sicuro, anche per evitare le tensioni che si possono generare dalla preoccupazione che consegue al ritardo, come tu dici.
Inoltre consigliamo alla tua ragazza di andare da un ginecologo, anche presso un Consultorio, per avere un confronto sulla regolarità del suo ciclo e monitorarlo, e anche per poter ricevere materiale informativo.
Speriamo di esserti stati d’aiuto.
Un caro saluto!,Roberto,26-10-2015,Sessualità-SeSso è meglio,irregolarità ciclo