se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Ho masturbato un ragazzo che frequento, di cui non conosco lo stato sierologico…

Buonasera , mi rivolgo al vostro sito per avere informazioni sulla trasmissione dell’hiv. Domenica sera ho masturbato un ragazzo con cui mi sto vedendo, di cui non conosco lo stato sierologico, fino all’eiaculazione. Fino ad allora, non ho notato nulla sulle mie mani di strano, niente abrasioni, nè tagli, niente… La mattina dopo però, mi alzo che sento pizzicare un dito, e mi accorgo, in controluce che sull’indice c’era un micro-taglietto, che preciso, non sapevo nemmeno QUANDO me lo fossi procurato. Quindi non ho mai notato, nè sangue nè niente. Fino a ieri ero comunque tranquilla, perché so che taglietti piccoli, pellicine, e tutto ciò che insomma non è profondo e sanguinante, non funge da ”porta d’ingressso’ del virus. Oggi però, ho preso dentro questo taglietto, con la cerniera della tasca del giubbotto (e probabilmente credo me lo sia procurato cosi, anche domenica quel taglietto, perché in effetti, spesso ci prendo dentro quando mi infilo le mani in tasca.). Anche stavolta però, niente sangue, zero. Ora però, riguardando questo micro-taglietto ”re-irritato” perchè ho preso dentro stamani, vedo che è un po’ arrossato, e c’è una piccolissima crosticina di un millimetro giallina (non color sangue) . Da qui le paranoie…
– Se questo taglio, che avevo già domenica, nel momento in cui l’ho masturbato, non mi ha dato problemi, non mi sono neanche accorta di averlo, e quindi non ho mai visto sangue (nemmeno ora), è perché è da considerarsi un taglietto MISERABILE, e INNOCUO, vero? O il fatto che ora , dopo due giorni ci sia una micro-crosticina, dovrebbe portarmi a pensare che rischio che lo sperma, domenica sia penetrato?
– E poi altra domanda (già che ci siamo ne approfitto), più che altro per assicurarmene… avevo anche su un altro dito un taglietto, ma non è mai uscito niente. Mi ero graffiata dando l’acqua a delle piante spinose, qualche ora prima di uscire con il ragazzo. Anche in questo caso, nessun rischio, vero? Grazie in anticipo per la vostra risposta. ,Jay, 19 anni,02-12-2015,Sessualità-SeSso è meglio,malattie sessualmente trasmissibili, 

Cara Jay,
Partendo dalla considerazione che non possiamo controllare tutte le variabili e darti quindi una risposta precisa, crediamo da quanto ci racconti che il rischio di un contagio sia remoto.
Come tu stessa accennavi affinchè ci sia un contagio si dovrebbe verificare un contatto stretto e diretto tra i liquidi, e ci sembra di capire che durante la masturbazione non ci sia stato un sanguinamento profondo e abbandonante, ma parli di graffi superficiali e probabilmente non contestuali al rapporto.
C’è stato solo un contatto esterno e considera che il liquido seminale, nell’ambiente esterno a contatto con l’aria o altre superfici non sopravvive a lungo. Nello specifico non avendo la certezza che ci sia stata una reale fuoriuscita di sangue non dovrebbe esserci un vero e proprio pericolo.
Inoltre non sappiamo se davvero il ragazzo è un portatore di HIV, magari potrebbe essere utile parlarne direttamente con lui, è un tuo diritto avere le risposte. Potrebbe essere imbarazzante ma a volte le paure prendono il sopravvento, ci immobilizzano e il rischio è che magari giudichiamo una situazione erroneamente, perdendo il contatto con la realtà e soprattutto con l’altra persona.
Sicuramente questo episodio fa riflettere su come sia importante utilizzare sempre dei metodi contraccettivi di barriera, soprattutto nel caso di rapporti sessuali completi; questo permette di stare al sicuro da gravidanze indesiderate e dal contagio di malattie sessualmente trasmissibili.
Rispetto la crosticina essendo una risposta online è difficile fare una analisi dettagliata, ma il taglio ci sembra di capire che sia superficiale.
Non avere paura di un confronto, se può farti stare più sicura puoi anche recarti in un Consultorio, o dal tuo medico di fiducia, per avere ulteriori approfondimenti in merito ai tuoi dubbi sull’ HIV.
Anche se capiamo quanto possa essere difficile, prova a stare tranquilla e a confrontarti con il tuo partner, siamo sicuri che questo permetterà ad entrambi di vivere in maniera più serena e complice la vostra intimità.
Speriamo di esserti stata d’aiuto e torna a scrivere se ti va…
Un caro saluto!