se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Mi chiedo se il liquido preseminale possa fecondare un ovulo…

Scusatemi se nn sono stata precisa ora spiego meglio..ho avuto rapporto con il mio ragazzo nei giorni fertili..stavamo in acqua al mare..nel momento del piacere il mio ragazzo ha eiaculato fuori dalla vagina e non abbiamo più avuto rapporto per la seconda volta per paura che ci fosse qualche residuo di sperma..però mi chiedo se nel momento della eiaculazione il liquido che esce ancor prima della eiaculazione potrebbe fecondare essendo nel periodo fertile..ho letto altri siti di esperti dove dicono che il liquido  preseminale nn contiene spermatozoi oppure una minima percentuale e che non è in grado di fecondare..so che per fecondare l’ovulo si deve avere un rapporto completo nei giorni fertili della donna che il mio non è stato.. sono un po in ansia per tutto qst..grazie e scusatemi ancora
Amica, 34 anni

Cara Amica,
ti ringraziamo per averci fornito questa chiarimento fondamentale per la comprensione della tua storia.
La nostra riflessione torna ad essere quella della prima risposta: ci può essere un concepimento solo con un’eiaculazione interna nei giorni fertili di una donna.
Tuttavia, il coito interrotto, per i motivi che ti abbiamo già elencato, non può essere considerato un metodo contraccettivo e quindi non possiamo completamente escludere il rischio di una gravidanza. Proprio per questo ti abbiamo suggerito di cercare un reale metodo contraccettivo che possa farti stare più serena, senza la necessità di dover controllare ogni movimento.
Per quanto riguarda il liquido preseminale questo sembra non essere in grado di fecondare una donna e quindi non dovrebbe destare particolari preoccupazioni ma, come già precedentemente sottolineato, non abbiamo mai la certezza del momento esatto in cui questo diventa liquido seminale attraverso l’eiaculazione. Sapersi controllare ed essere in grado di sottrarsi nel momento di maggiore piacere non è facile.
In risposta a quello che ci scrivi, se ci fosse stato un successivo rapporto non protetto, dopo una precedente eiaculazione, il rischio sarebbe potuto essere quello di un rilascio di residui di liquido seminale (rimasti alla base del pene) durante il secondo rapporto. Ma questo non è avvenuto e quindi non dobbiamo considerarlo.
Speriamo di averti chiarito maggiormente il nostro pensiero e di averti donato un po di consapevolezza utile per il futuro.
Un caro saluto!