se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Presa dal dubbio ho deciso di fare un test di gravidanza delle urine…

Salve. Ho avuto un rapporto protetto in cui il preservativo si è rotto il 27 agosto (il mio ragazzo si è tolto subito e non era sul punto di venire). L’ovulazione facendo il calcolo era prevista per il 16 di agosto. Il ciclo mi è tornato il 4 settembre, con 5 giorni di ritardo. Normalmente ho un ciclo regolare di 28 giorni e mestruazioni piuttosto abbondanti. Questo giro invece ho avuto mestruazioni più scarse. Presa dal dubbio ho deciso di fare un test di gravidanza delle urine il 7 settembre, a 11 giorni dal rapporto, ed è risultato negativo. Il dubbio però persiste ancora, perché ho paura l’abbia fatto troppo presto, calcolando anche che dopo 6 giorni di ciclo ho il seno ancora gonfio. Posso stare tranquilla? Dovrei ripeterlo? È esclusa l’ipotesi di una gravidanza?

Ciao, 18 anni


Cara Ciao,
capiamo la preoccupazione a seguito della rottura del preservativo e fai bene a non abbassare mai la guardia, ma è bene analizzare le situazioni caso per caso.
Premettiamo che non eri nel periodo ovulatorio, che non c’è stata eiaculazione e che è arrivato il ciclo più o meno regolarmente. Inoltre hai effettuato un test che è risultato negativo.
Per quanto riguarda la tensione mammaria, tieni conto che alcuni sintomi possono persistere anche alla fine del ciclo o quando le mestruazioni sono finite e sparire del tutto nei giorni successivi. Mentre per ciò che riguarda il flusso non sempre il ciclo si presenta alla stesso modo, può subire delle variazioni dovute allo stress, al cambio di stagione, all’assunzione di farmaci e/o droghe, a sbalzi ormonali, all’alimentazione, etc…
A questo punto riteniamo che tu possa tranquillizzarti, non ci sembra ci siano i presupposti per una gravidanza.
Un caro saluto!