se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Volevo un po di chiarezza riguardo alla temperatura basale..

Salve. Volevo un pò di chiarezza riguardo alla temperatura basale. Come si riesce a capire dalla temperatura basale se si è incinta? Di quanto deve essere? Grazie.

Immacolata, 21 anni


Cara Immacolata,
la temperatura basale è la temperatura interna del corpo che si rileva dopo un periodo di riposo.
Questo tempo di riposo deve stimare almeno sei ore consecutive, durante le quali non si sono compiuti movimenti impegnativi .
La temperatura basale va presa la mattina, possibilmente sempre alla stessa ora, appena sveglie.
E’ necessario che la donna non si alzi dal letto e che tenga, in inverno anche le coperte abbassate.Proprio per questo torna utile tenere il termometro sempre pronto sul comodino.
In una donna fertile la temperatura varia a seconda dei periodi del ciclo. Prima della mestruazione la temperatura dovrebbe essere intorno ai 36 gradi e solitamente non superiore ai 37.
Poco prima dell’ovulazione (all’incirca 24 ore) subisce un’abbassamento per poi rialzarsi durante l’ovulazione nel quale dovrebbe raggiungere circa 37 gradi o poco più e mantenersi tale fino all’arrivo delle mestruazioni dove nuovamente avviene un abbassamento.Nel caso di una gravidanza dovrebbe restare alta.
Non ci sono dei valori universali che confermano la presenza di una gravidanza ma piuttosto si guarda l’andamento dei valori nel corso del ciclo.
Ci sembra importante sottolineare, inoltre, che questo metodo contraccettivo o al contrario di concepimento è molto complesso e risente di molte variabili: temperatura esterna, anche una leggera attività fisica, un rapporto sessuale nelle 8 ore precedenti, raffreddore, febbre, influenza, aver bevuto alcool la notte precedente, uso di stupefacenti, farmaci anoressizanti (che tolgono l’appetito), aver dormito meno di 4 ore consecutive, l’utilizzo di sacco a pelo o di una coperta elettrica, l’utilizzo di un nuovo termometro nello stesso ciclo, stato emotivo, ecc. Proprio per questo risulta davvero difficile fare affidamento solo su questa metodologia.
Per avere la certezza dell’avvenuto concepimento puoi effettuare un test di gravidanza dopo almeno 15 giorni dal rapporto. Un’altra possibilità è quella di fare un prelievo venoso per vedere se vi è un aumento delle Beta Hcg, un indicatore importante nelle prime settimane di gravidanza.
In ogni caso puoi rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia il quale saprà darti tutte le indicazioni utili per saperne di più.
Un caro saluto!