se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho avuto il capo parto e sintomi di infezione vaginale. Ma ho un ritardo…

BUONGIORNO SONO MAMMA DI DUE BAMBINE NATE A DISTANZA DI DUE ANNI TRA LORO . DOPO IL SECONDO PARTO AVVENUTO IL 6 LUGLIO. .. HO AVUTO IL CAPO PARTO . E SINTOMI DI INFEZIONE VAGINALE. MI SONO SOTTOPOSTA A TAMPONE CERVICALE . A GIORNI AVRÒ IL RISULTATO ….. CIÒ KE MI PREOCCUPA È UN RITARDO MESTRUALE . CON UN PO DI NAUSEA AL MATTINO. ….HO AVUTO RAPPORTI SPORADICI CON MIO MARITO MA SENZA LA SUA EIACULAZIONE IN VAGINA…. ..mica c’è possibilità di restare INCINTA SENZA RAPPORTO COMPLETO?

Angela, 29 anni


Cara Angela,
tecnicamente non dovrebbero esserci dei rischi significativi in quanto affinchè si instauri una gravidanza è necessaria l’eiaculazione interna alla vagina in assenza di contraccettivi di barriera durante il periodo fertile della donna in modo tale che gli spermatozoi possano raggiungere l’ovulo maturo. Da quello che ci dici non c’è stato un contatto diretto della sperma e questo sicuramente riduce i rischi, considerando anche che secondo alcune recenti ricerche il liquido pre-eiaculatorio nono contiene spermatozoi e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in grado di fecondare.
In caso di infezioni vaginali, solitamente l’assunzione di farmaci e nello specifico di antibiotici tende ad interferire con la regolarità del ciclo.
In una consulenza online non è possibile dare delle certezze assolute, è sempre consigliato confrontarsi con il tuo ginecologo di fiducia che conoscendo meglio la tua storia avrà sicuramente maggiore elementi.