se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Il mio ragazzo mi ha toccato esternamente. Ho paura di essere incinta…

Sono estremamente ansiosa e ho paura.. sono vergine, non ho mai avuto rapporti di alcun tipo prima della scorsa settimana quando il mio ragazzo mentre si stava masturbando mi ha toccato esternamente sul clitoride per pochi secondi ma la mano non era sporca di sperma.. mancano ancora 4 giorni al mio ciclo (ho un ciclo molto irregolare arriva dopo 34 – 38 a volte anche 40 giorni) quindi al 38 esimo giorno come spesso arriva o su per giù.
Ho davvero una paura e un’ansia che mi divora e da una settimana a questa parte non faccio altro che pensare a questo.. posso essere rimasta incinta? Io non credo posso succede così.. ma l’ansia non mi lascia in pace un secondo .. vi ringrazio della risposta.
Melissa, 18 anni

Cara Melissa,
accogliamo la tua grande preoccupazione e vogliamo da subito rassicurarti in merito a tali pensieri.
Una gravidanza può verificarsi solo se ci sono delle condizioni ben precise: deve avvenire un rapporto completo inteso come penetrazione ed eiaculazione interna. Tutto questo è necessario che si verifichi nei giorni fertili di una donna, ovvero quando l’ovulo potenzialmente fecondabile è maturo.
Di solito questo avviene tra l’undicesimo e il diciottesimo giorno del ciclo di una donna.
Tale periodo viene chiamata ovulazione ed è il momento in cui è possibile la fecondazione.
A volte, invece, bersaglio di profonde ansie è il liquido pre-seminale, che solitamente viene rilasciato durante i momenti di eccitazione con la funzione specifica di lubrificante. Tale secrezione tuttavia non sembrerebbe in grado di fecondare una donna e quindi non dovrebbe destare preoccupazioni.
Nel tuo caso non si è verificato nulla di tutto ciò e proprio per questo ti invitiamo a stare serena e ad attendere senza preoccupazione le prossime mestruazioni.
Ci sembra importante suggerirti di riflettere su questa grande paura che provi nel contatto con l’altro, così forte che ti porta a sentirti costantemente in pericolo, anche solo per essere stata sfiorata.
Per vivere più serenamente l’intimità (aldilà delle personali scelte sulla sessualità) potrebbe essere utile innanzi tutto avere una maggiore informazione su quelli che possono essere i reali rischi, attraverso un’approfondimento delle tematiche proposte nel nostro sito o recandoti presso il consultorio di zona. Ti ricordiamo che quest’ultimo servizio è completamente gratuito.
Speriamo di esserti stati d’aiuto; torna a scriverci quando vuoi