se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

La mia ragazza ha preso la pillola del giorno dopo ma ha vomitato…

Salve, in giorni 27/09 io e la mia ragazza abbiamo avuto un rapporto non protetto (preservativo sfilato), lei aveva avuto le mestruazioni il 20/09, dopo 4 ore ha “vomitato dalla gola” crediamo che si trattasse solo di muco e non abbia vomitato la pillola, dopo 2 giorni cominciano delle perdite di sangue, che si arrestano dopo qualche giorno, tali perdite si ripresentano di un colore rosso vivo dopo 7 giorni, e abbiamo letto su internet che quelle perdite rosso vivo possono essere dovute all’impianto… Oggi dopo 9 giorni ne ha avute poche marroncine… I medici dicono di star tranquilli ma noi non riusciamo, se la pillola non avesse funzionato sono normali le perdite dopo 2-3 giorni dal rapporto in caso di impianto? Lei non ha mai avuto perdite rosso acceso, e due giorni fa le ha avute anche gialle… Inoltre è la seconda volta che assume la pillola in 3 mesi, e la prima volta non ha avuto tutti questi sintomi, per questo maggiora ancora di più la preoccupazione, sapete dirmi qualcosa? Grazie
Gerardo, 18 anni

Caro Gerardo,
nel tuo racconto, anche se non viene esplicitato, ci sembra che tu faccia riferimento alla
pillola del giorno dopo e non quella anticoncezionale. Proprio per questo ti rispondiamo considerando all’assunzione di questo farmaco e non ad  altro.
Tra gli effetti collaterali della pillola del giorno dopo ci sono anche perdite ematiche tra una mestruazione e l’altra ed è frequente che questo si possa verificare ma non è una costante.
In generale gli effetti collaterali di un farmaco sono soggettivi e variano da persona a persona.
Inoltre è possibile che un effetto collaterale si verifichi dopo un’assunzione ma non dopo un’altra.
Sono molteplici i fattori che influenzano la comparsa di manifestazioni somatiche legate all’assunzione di un medicinale e questi non sono costanti.
Proprio per questo ti suggeriamo di affidarti al giudizio dei medici che vi hanno dato già indicazioni specifiche.
Eventualmente potrebbe essere utile fare un test di gravidanza effettuandolo 15 giorni dopo il rapporto a rischio. Tale valutazione potrebbe restituirvi un po di serenità escludendo ogni possibilità che si sia instaurata una gravidanza.
Inoltre è importante non considerare
Speriamo di esserti stati d’aiuto. Un caro saluto!