se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Volevo usare il preservativo, ma lui ha detto di fidarmi. Ho assunto Ellaone…

Cari esperti, mi rivolgo di nuovo a voi poiché riuscite a trasmettermi tranquillità. Il 14 ottobre, ho avuto un rapporto a rischio con un ragazzo, uno nel pomeriggio e uno dopo cena. Ho pregato questo ragazzo più volte di usare il preservativo con me, visto le mie ansie e paranoie, ma lui mi ha detto che dovevo fidarmi e che ha sempre fatto così e che nessuna delle sue ex era mai rimasta incinta, inoltre mi ha rassicurato sul fatto che ogni anno si fa dei controlli per assicurarsi che non abbia malattie. Essendoci già passata alcuni mesi fa, è accaduto nella stessa maniera, coito interrotto e lui puntualmente veniva fuori, lo anticipava e gli ci voleva un pò per eiaculare. Lui stesso però anche se era sicuro che non fosse successo nulla, e comunque lo ero anche io essendoci passata, mi ha consigliato di assumere la pillola del giorno dopo, per restare tranquilli. Ho assunto ellaone stamattina, e so che devo aspettare i famosi 7 giorni. Io non so se ero in ovulazione o meno o a che giorno del ciclo fossi…alcuni giorni prima del rapporto ho avuto alcune fitte al basso ventre pensavo che dovevano arrivare ma nulla. In ogni caso sono qui per chiedere una rassicurazione. Io penso dato che con i miei occhi ho visto che la eiaculazione è stata al di fuori della vagina, e avendo assunto ellaone stamattina, non ci dovrebbe essere la probabilità che si instauri una gravidanza. Poi come ho detto ci sono già passata e chiedendo consigli a voi, mi avevate assicurato che non c’era bisogno di preoccuparsi e che dovevo aspettare tranquillamente l’arrivo del ciclo, inoltre mi avevate detto che essendo un contraccettivo di emergenza era da usare appunto per le emergenze. Di fatto il giorno dopo aver ricevuto la vostra risposta, il ciclo è arrivato anche se strano, ma era dovuto all’effetto della pillola norlevo. Poi nei successivi due mesi non ho avuto il ciclo, e mi ero spaventata, ma le mie paure erano infondate poichè poi il 30 di agosto si sono presentate e a questa data risale il mio ultimo ciclo.
Attendo con impazienza una vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente.
Marina, 21 anni

Cara Marina,
il coito interrotto, come già ben sai, non è il metodo contraccettivo più sicuro perché legato a troppe variabili, in particolar modo la grande capacità di controllo da parte del tuo ragazzo nel momento di massimo piacere. Inoltre avere due rapporti abbastanza ravvicinati e non protetti è un altro fattore che può esporre al rischio di una gravidanza indesiderata. Detto ciò, nel tuo caso, visto la tempestività con cui hai assunto la contraccezione di emergenza, ci sembra di poterti tranquillizzare, ma vorremmo sottolineare un aspetto non trascurabile della dinamica che si è creata tra te e il tuo partner: nonostante tu abbia esplicitamente espresso le tue ansie e i tuoi timori rispetto ad un rapporto non protetto dal preservativo, lui ti ha detto che dovevi fidarti perché nessuna delle sue ex era mai rimasta incinta, chiedendoti comunque alla fine di prendere la pillola del giorno dopo per “restare tranquilli”. Vedi Marina, nell’intimità di una coppia la condivisione e il rispetto devono essere al primo posto, proprio per evitare di dover assumere medicinali giusto “per stare tranquilli”. L’inconveniente può capitare a tutti, ma non rispettare la volontà dell’altro è ben altra situazione… Prendersi cura di sé significa anche non permettere a nessuno di farci fare cose che non fanno stare sereni, prova a rifletterci e se ti va torna a scrivere per farci sapere cosa ne pensi.
Un caro saluto!