se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Sono incinta ma non so se è del mio compagno o di un altro uomo…

Buonasera, ho molta vergogna e timore nel raccontarvi la mia storia…. sono fidanzata da 10 anni e da quasi un anno e mezzo stovo provando ad avere un bimbo ma niente da premettere che in questo periodo ho sofferto di depressione per altri motivi e ho assunto degli antidepressivi, lo scorso aprile sono rimasta incinta e di questo ne sono stata felicissima se non fosse che il 24 aprile ho avuto un rapporto extra, ho tradito il mio ragazzo cosa di cui mi sono pentita altamente. Riepilogo la storia l’8 aprile ho avuto il ciclo che non è stato sempre regolare con sbalzi di 30/34 gg, il 23 sono stata con il mio ragazzo e ho avuto un rapporto completo come sempre, il 24 con l’altro che non è arrivato dentro metodo coito interrotto. Ora la mia paura più grande è sono rimasta incinta di quest’ultimo solo con il liquido preseminale ?? Lo abbiamo fatto una volta e non c’è stata masturbazione prima, è possibile che il fattore psicologico abbia inciso sull’ovulazione con il mio fidanzato? La prego aiutatemi.

 

Anna, 25 anni

Cara Anna,
dal tuo racconto ci arriva il tuo vissuto passato fatto di difficoltà emotive e momenti di confusione ma anche l’attuale gioia di una nuova vita che sta crescendo.
Lo scopo di questo servizio è quello di aiutare le persone come te a dare luce alle proprie perplessità senza per questo sentire il diritto di dare un giudizio morale. Proprio per questo vorremmo che ti sentissi serena nel condividere la tua storia personale.
Da quello che ci scrivi i due rapporti sono stati molto ravvicinati poiché a distanza di un solo giorno. Il rapporto da te chiamato “extra” si sarebbe svolto praticando coito interrotto e quindi presumibilmente con eiaculazione avvenuta all’esterno.
Purtroppo non possiamo escludere completamente la possibilità che il secondo rapporto possa esser stato quello deputato al concepimento in quanto non abbiamo mail la certezza del momento esatto in cui il liquido pre seminale diventa liquido seminale vero e proprio. Infatti, controllare il corpo in un momento di estremo piacere risulta sempre complesso e questo ci porta a mantenere necessariamente questa posizione di dubbio. Proprio per questo il coito interrotto non può essere considerato un metodo contraccettivo valido.
Tuttavia ci teniamo a sottolineare che il solo liquido pre-seminale sembrerebbe non essere in grado di fecondare una donna e quindi se l’eiaculazione non fosse proprio avvenuta si potrebbe escludere questa eventualità.
Non comprendiamo la tua ultima domanda dove ci chiedi se lo stato emotivo possa aver influito sull’ovulazione. In realtà i rapporti avvenuti a distanza di poco tempo non discriminano molto il momento del concepimento in quanto bisogna tener conto anche che gli spermatozoi restano in vita, all’interno della cavità vaginale circa 72 ore.
Speriamo di esserti stati d’aiuto, torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!