se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Non sento il solito dolore al seno prima del ciclo. Sono incinta?…

Salve vi scrivo di nuovo, ma questa volta per una delucidazione. Il precedente ciclo l’ho avuto il 15 ottobre e di solito già i giorni dopo l’ovulazione comincia a farmi male il seno tanto da non poter dormire a pancia in giù. In quel ciclo non è stato così, il seno era rimasto un po’ più sgonfio e mi faceva male solo lateralmente e potevo dormire benissimo a pancia in giù. Anche questa volta che sono in attesa del ciclo stessa storia: seno sgonfio e poco dolente. Ho sempre paura che possa trattarsi di una gravidanza anche se beta e test sono risultati negativi. Questo mese inoltre non ho avuto rapporti con penetrazione, solo preliminari. Non mi spiego però questo cambiamento del mio corpo.

Silvia, 23 anni


Cara Silvia,
ci sembra di capire che non ci siano le condizioni per dover avere una preoccupazione di questo tipo.
Oltre ai test che hai eseguito, ci dici che quest’ultimo mese non ci sono stati rapporti considerabili come “a rischio” ma solo petting che non è riconducibile a situazioni di potenziale pericolo.
Per far si che avvenga un concepimento è necessario che si verifichino delle condizioni ben precise quali: una penetrazione con eiaculazione interna alla vagina da verificarsi nei giorni fertili di una donna.
Se manca solo una di queste condizioni è impossibili che si instauri una gravidanza e al contrario, ogni rapporto che si svolge in queste condizioni non sempre porta ad un concepimento.
Questo dovrebbe restituirti la complessità che è insita nel processo fecondativo. In sintesi è bene aver cura delle precauzioni ma questo non deve diventare un pensiero angosciante.
Tale atteggiamento  può portare a livelli di preoccupazione elevata inficiando l’esperienza di intimità che viene vissuta con un’accezione negativa e non più come un’esperienza positiva di condivisione.
Per quanto riguarda il dolore al seno, le manifestazioni somatiche legati al ciclo mestruale possono subire delle variazioni, così come il ciclo stesso. Queste non necessariamente significano uno stato patologico o una gravidanza ma rientrano nelle normali evoluzioni di un ritmo biologico che cresce insieme alla persona. 
In merito a questo possiamo dirti che è frequente nelle donne molto giovani, nei primi anni dopo il menarca avere forti dolori durante l’ovulazione e il periodo mestruale. Con la crescita solitamente si tende a trovare un equilibrio e tali manifestazioni possono anche sparire improvvisamente. Data la tua età potremmo pensare che forse è in atto un cambiamento di questo tipo e visto che si va ad estinguere un sintomo vissuto come fastidioso  (non riesci a dormire in determinate posizioni) non può che non essere letto in senso positivo; non trovi?.
Speriamo di averti fornito spunti di riflessione utili; torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!