se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho sempre avuto rapporti col preservativo tranne le ultime due volte…

Buonasera,
Sono una studentessa di diciannove anni, da pochi mesi ho iniziato ad avere rapporti e vorrei farvi una domanda nella speranza che possiate aiutarmi. Ho sempre avuto rapporti col preservativo tranne le ultime due volte ( 17.11 e 21.11 ) in cui ho acconsentito alle richieste del mio ragazzo e ho avuto con lui un coito interrotto, durato poco, sui 10 minuti, perché mi sono subito ricreduta entrambe le volte. Oggi (23.11) sono stata dalla ginecologa per una visita di controllo, ma non ho avuto il coraggio di porle questa domanda per paura che potesse riferirlo ai miei. Chiedo allora a voi se c’é qualche possibilità che io sia rimasta incinta durante questi rapporti non protetti. Volevo precisare che lui non è venuto in nessuno dei due e nemmeno durante la masturbazione precedente, ma in realtà non saprei dirvi se lui si è masturbato prima di venire da me. Vi prego di aiutarmi perché non so a chi rivolgermi e non posso immaginare cosa ne sarebbe della mia vita e dei miei progetti se scoprissi di essere incinta . Ho un ciclo di 35 giorni circa e, non so se questo possa influire ai fini di rendervi più agevole la risposta, ma ieri sera ho notato delle perdite trasparenti (poco )appiccicose nella carta igienica che dovrebbero essere muco. La ginecologa non mi ha detto se ero in fase ovulatoria o no perché non ho avuto il coraggio di chiederlo, ma solo che dovevo cambiare dieta a causa del meteorismo. Volevo poi sapere quanto sono affidabili i test presi in farmacia. Vi ringrazio in anticipo e spero che mi rispondiate presto.

 

 Anonima, 19 anni


Cara Anonima,
da quello che ci scrivi non vi è stato esattamente coito interrotto ma semplicemente una penetrazione. 
Chiamiamo coito interrotto la pratica che prevede l’eiaculazione all’esterno della vagina dopo un iniziale rapporto non protetto. In questo caso i rischi sono riferibili all’incapacità di avere un controllo totale sul corpo e di sapere il momento esatto in cui il liquido pre-seminale diventa liquido seminale vero e proprio.
Anche se consigliamo sempre in ogni caso di proteggere i rapporti fin dall’inizio (anche per evitare la trasmissione di infezioni e malattie veneree) nel tuo caso sembra non esserci stato tale rischio.
In ogni caso non possiamo mai avere la certezza assoluta, perché è impossibile per noi essere a conoscenza perfettamente della dinamica avvenuta. 
Per fugare ogni dubbio puoi effettuare un test di gravidanza attendendo almeno 15 giorni dal rapporto a rischio.
Ti suggeriamo di effettuarlo la mattina con le prime urine perché  sono più concentrate e meno soggette alla diluizione dovuta ai liquidi assunti nel corso della giornata.
Solitamente sono test molto attendibili se eseguiti nei tempi e nelle modalità indicate nel foglietto illustrativo.
Ti suggeriamo di non aver imbarazzo a parlare di queste cose con la tua ginecologa e a farle tutte le domande a te necessarie per dissipare i tuoi dubbi. Un medico è tenuto  al segreto professionale e quindi dovrebbe  tutelare la tua riservatezza.
Speriamo di esserti stati d’aiuto torna a scriverci se ne hai bisogno.
Un caro saluto!