se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Prendo la pillola dell’allattamento ma ho avuto la dissenteria…

Buon giorno.
Sono mamma da ormai 7 mesi e sto allattando. Mi è stata prescitta la pillola per l’allattamento che mi ha sempre causato spotting. Mercoledì 9 novembre, dopo aver avuto un rapporto completo con il mio compagno, ho avuto episodi di vomito e dissenteria, pertanto, ho preso la pillola del giorno dopo (Norlevo) dopo  18 ore.  Nel frattempo ho interrotto  la pillola dell’allattamento Azalia su consiglio del farmacista il quale mi consigliava di riprenderla dopo che mi sarebbe arrivato il ciclo mestruale vero e proprio il mese successivo. Lunedì 15 novembre ho avuto per 2 giorni consecutivi perdite marrone scuro. Domenica 20 novembre ho avuto un rapporto non protetto per la prima parte in cui il mio compagno ha trattenuto l’eiaculazione. Dopo una mezz’oretta circa abbiamo ripreso il rapporto per pochi minuti senza concludere con l’eiaculazione interna del mio compagno. Dalla sera stessa ho iniziato ad avere nausea e dal giorno dopo ho avuto vari sintomi quali: nausea, dolori mestruali, dolori alla schiena, dolori basso ventre, mal di testa e senso di bocca amara che durano ormai da una decina di giorni. Ad oggi il ciclo non è ancora arrivato, ma non posso calcolare quando dovrebbe arrivare visto che ho interrotto la pillola dell’allattamento che era continuativa e che quindi non mi provocava il ciclo mestruale. Mi chiedo quindi se la sintomatologia che ho sia causata dalla pillola del giorno dopo oppure è possibile che io sia in attesa?
Ringrazio anticipatamente per l’attenzione
Cordiali saluti

Anonima, 25 anni


Cara Anonima,
sicuramente l’assunzione della pillola del giorno dopo può aver creato uno scombussolamento tale da giustificare i sintomi da te lamentati. Considera che l’organismo già soggetto ad un dosaggio ormonale della pillola Azalia ha subito nuovamente un’introito notevole il quale potrebbe aver scatenato lo spotting, i dolori, la nausea e tutte le altre manifestazioni da te percepite.
In ogni caso, non possiamo darti la certezza assoluta di non correre nessun rischio per una gravidanza, in quanto non riteniamo mai completamente affidabile il coito interrotto. Ci riferiamo principalmente ai rapporti successivi al 9 novembre dove l’eiaculazione è stata bloccata e non vi era la copertura contraccettiva della pillola. Questo perché in un momento di eccitazione è sempre difficile avere un perfetto controllo sul proprio copro. 
In ogni caso puoi effettuare un test di gravidanza, attendendo almeno 15 giorni dai rapporti non protetti per escludere ogni possibilità che si sia instaurata una gravidanza.
Speriamo di averti fornito informazioni utili; torna a scriverci se ne hai bisogno.
Un caro saluto!