se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho notato che sulle mie mutande c’era del sangue. È una cosa normale?…

Cari dottori,
sono davvero molto preoccupata perché io e il mio ragazzo stasera abbiamo cercato di avere un rapporto sessuale. Premetto che sono vergine e lui non indossava un anticoncezionale, tuttavia lui ha cercato di far penetrare il suo pene nella mia vagina, ma ho provato un forte dolore. Tornata a casa, ho notato che sulle mie mutande c’era del sangue. È una cosa normale? Non siamo andati oltre, il suo pene non è penetrato tutto dentro, solo l’estremità. So che è impossibile, ma c’è il rischio di una gravidanza? Ah, il ciclo mi si è tolto 3 giorni fa😅
Erika, 20 anni

Cara Erika,
capiamo l’ansia che generano le prime esperienze sessuali e le emozioni che ruotano intorno a questo importante momento, per questo ci sentiamo di consigliarti di avere sempre dei rapporti protetti per evitare rischi e vivere la sessualità in maniera serena.
Il sangue che hai trovato sui tuoi slip probabilmente è dovuto all’iniziale rottura dell’imene, la membrana che separa l’ambiente interno vaginale da quello esterno. Questa membrana non sempre va incontro a rottura essendo in alcune donne molto elastica. Tuttavia la rottura dell’imene, normale durante il primo rapporto sessuale, potrebbe generare, anche piccole perdite di sangue.
Solo durante una visita ginecologica è possibile accertarsi dell’avvenuta rottura dell’imene. 
Per quanto riguarda invece la paura di una gravidanza, ci sentiamo di dire che non dovrebbero esserci rischi significativi in quanto il concepimento può avvenire a seguito di un rapporto completo con eiaculazione interna alla vagina e durante il periodo fertile della donna che va dall’undicesimo al diciottesimo giorno dall’inizio del ciclo mestruale, condizioni che dal tuo racconto non sussistono.
Speriamo di aver risposto e sopito le tue ansie. Torna a scriverci se ne hai la necessità!!
Un caro saluto!