se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Il mio problema principale è la dismenorrea, è così acuta che non saprei nemmeno descrivela…

Salve, sono una ragazzina che fra poco compierà 15 anni e ho il ciclo da settembre 2013, quando avevo 11 anni. Diciamo che per la mia mole forse è arrivato un po’ presto dato che sono magra e bassina. In ogni modo, mi informo sempre sul ciclo e su tutte le possibili disfunzioni e ogni volta cerco di capire cosa possa succedere a me. Per prima cosa nonostante abbia da parecchio le mestruazioni non mi vengono puntuali per nulla. E’spesso in ritardo di 15 o 12 giorni senza alcun motivo particolare. Sono una persona parecchio ansiosa e soffro di ansia generalizzata e probabilmente questo influisce molto. Ma il mio problema principale è la dismenorrea, una dismenorrea così acuta che non saprei nemmeno descrivere. So che molte ragazze hanno anche dei dolori così, ma non saprei proprio come paragonare questo dolore a qualcosa. Sono dei crampi che si estendono ovunque, che mi costringono a letto per uno due giorni senza sosta e senza poter risolvere nulla con gli antidolorifici. Metto una borsa di acqua calda sopra la pancia e il dolore va via soltanto perché è leggermente coperto dalle piccole ustioni che mi spuntano sulla pelle a contatto con lo scaldino. Sono disperata. Ho i crampi così forti che spesso non riesco a respirare o a formulare frasi correttamente e ogni volta che prendo una pillola la vomito dal dolore lancinante. Mi vengono vampate di calore e colpi di freddo e mi sento di svenire, come d’altronde è successo varie volte. Non vivo il mio ciclo in modo sereno e questo momento, solo aspetto questo momento che mi provoca una tristezza e una rabbia assurda. Vorrei solo che il ciclo non esistesse per me o almeno tutto questo dolore che si trasforma sempre in tristezza e ansia. Potete darmi un consiglio? Per favore, sono davvero disperata!

Anna, 15 anni


Cara Anna,
ci dispiace che il ciclo e la dismenorrea ti creino così tanto disagio.

Non ci dici se hai già consultato uno specialista, che potrebbe aiutarti a comprenderne le cause e a individuare un intervento più mirato. Esistono delle cure farmacologiche per la dismenorrea. Ci sembra di capire che nel tuo caso si tratta di dismenorrea primaria, ovvero il ciclo è sempre stato doloroso, sin dal primo giorno. Esistono dei farmaci antinfiammatori che possono inibire la produzione di prostaglandine (sostanze ormonosimili che agiscono quali mediatori dell’infiammazione). Se invece si tratta di una dismenorrea secondaria, questa può essere causata da vari problemi sia ginecologici che di altro genere, come cisti ovariche o intestino irritabile per dirne solo qualcuna. È assolutamente necessario che con una dismenorrea così importante come la tua ci si impegni per trovare un rimedio e per migliorare la tua qualità della vita. La prima cosa da fare è rivolgersi a uno specialista, chiedi ai tuoi genitori di impegnarsi in questa cosa con te, appurate le cause della dismenorrea ti darà la cura adatta e se non dovesse andar bene la potrà variare fino a che non riuscirete a trovarne una che vada bene per te. Evita di mettere la borsa dell’acqua calda a contatto con la pelle, non è necessario e le piccole ustioni aggiungono dolore al dolore.
I ritardi del ciclo e lo sfasamento in generale di questo possono essere fisiologici fino alla maturità dell’apparato riproduttivo, ma possono dipendere anche da altre cause forse connesse alla dismenorrea. Come vedi tutto è possibile come è anche possibile che la dismenorrea sia solo un fastidioso fattore ereditario che migliorerà con l’età. Ma perché aspettare fino a quel momento e vivere male? Le cure esistono e possono aiutare anche te a vivere meglio.
Facci sapere come va.
Un caro saluto!