se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

L’anello vaginale è un metodo valido?…

Buonasera,
mi chiamo Laura e ho 20 anni.
Volevo avere qualche informazione in più circa i metodi contraccettivi, mi sono già informata molto su internet ma volevo avere il parere di un esperto. Io ho sempre usato il preservativo ma adesso sento la necessità di adottare un metodo più sicuro per vivere la sessualità in modo più libero e senza preoccupazioni.
Vorrei quindi avere informazioni su un metodo sicuro e possibilmente diverso dalla pillola, poichè non vorrei che i miei genitori lo scoprissero e dato che ho timore di dimenticarmi di assumerla giornalmente. La soluzione migliore tra quelle che ho letto mi sembra l’anello vaginale, è un metodo valido? Può comportare problemi? E’ “difficile” da utilizzare?
Ringrazio molto per l’esaustivtà e cortesia.
Saluti.,

Cara Laura,
l’anello vaginale ha lo stesso meccanismo d’azione della pillola, ossia blocca l’ovulazione. Come gli altri contraccettivi ormonali estroprogestinici, gli ormoni rilasciati dall’anello contraccettivo inibiscono efficacemente l’ovulazione. L’anello va inserito direttamente in vagina e spinto verso l’alto fino a che non si avverte più la sua presenza. Ai fini dell’efficacia contraccettiva non è determinante la correttezza di applicazione, in quanto il contatto tra l’anello e la parete vaginale garantisce comunque l’assorbimento degli ormoni. La forma e l’estrema flessibilità gli consentono di adattarsi alle caratteristiche anatomiche di tutte le donne. L’anello si usa consecutivamente per tre settimane esatte, trascorse le quali, va rimosso nello stesso giorno della settimana in cui è stato inserito. Per la sua rimozione è sufficiente prenderlo con un dito e toglierlo.
Nella settimana di intervallo, quella cioè che segue alla rimozione dell’ anello, si verifica l’emorragia da sospensione (mestruazione), analogamente a quanto succede usando la pillola. Dopo una settimana di intervallo, si inserisce un nuovo anello. E’ un metodo sicuro se si seguono le istruzioni, ha il vantaggio che va inserito una volta al mese e non assunto tutti i giorni come la pillola. Non ci sono particolari controindicazioni, va assunto con precauzione in caso di malattie come il diabete o l’epilessia e comunque va usato solo dopo consulto ginecologico e analisi specifiche prescritte dallo specialista.
Se hai bisogno di ulteriori informazioni siamo a disposizione, saluti e auguri.,Laura, 20 anni,07-04-2009,Sessualità,Metodi contraccettivi