se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Così vicini, così lontani: le relazioni a distanza

relazione-a-distanzaSi vive in città diverse e ci si vede soltanto nei weekend o durante le vacanze, tuttavia l’amore può andare avanti anche se vissuto a distanza. Sono sempre di più le coppie che per varie ragioni devono vivere separate da centinaia di chilometri, eppure la strada non li allontana nel profondo. Come si può stare insieme a lungo vivendo separatamente, dal momento che l’amore è anche progettualità, vicinanza e condivisione?

Quello delle coppie a distanza è un fenomeno in crescita esponenziale, dovuto in parte all’attuale crisi di lavoro e facilitato proprio dai nuovi mezzi di trasporto e comunicazione, che aiutano il mantenimento delle relazioni a distanza.

Sono chiamate “LAT”, acronimo di Living Apart Together, letteralmente “vivere insieme a parte”, o meglio “insieme ma separati”, definizione che rende la contraddizione vissuta da queste coppie che, nonostante i chilometri, rimangono legate per diverso tempo. Non si tratta solamente di amori adolescenziali, nati in spiaggia e coltivati in internet, anzi si tratta di storie d’amore importanti.

Ma come si fa a vivere per anni un amore così mantenendo vivo ed autentico un rapporto coltivato via internet e durante i weekend? Il problema delle relazioni a distanza è spesso la difficoltà di sopportare di stare insieme senza stare insieme, rinunciando alla quotidianità.

Così vicini, così lontani. Se fino a poco tempo fa gli amori a distanza sembravano storie impossibili, che nella maggior parte dei casi finivano per le troppe complicazioni, oggi sembrano essersi trasformate in un vero e proprio fenomeno che riguarda milioni di persone che, per scelta o per esigenze lavorative, vivono in luoghi lontani l’una dall’altra. Iniziare una storia a distanza porta spesso con sé molte perplessità e molti dubbi: è di certo una situazione delicata e a volte faticosa.

La difficoltà per una coppia che vive “separatamente insieme” è il fatto di vivere in un certo qual modo una doppia vita, quella che si conduce abitualmente da soli e quella condivisa con il partner.

Prima o poi però è necessario trovare un compromesso ed accorciare la distanza. C’è da dire che a volte la lontananza stessa può svolgere una funzione di fuga, un modo per mantenere gli spazi di coppia separati e tutelare la propria libertà ed indipendenza, senza essere troppo invasi dall’altro.

Altro aspetto da non sottovalutare è la gestione della gelosia, che nei rapporti a distanza può diventare un sentimento ingombrante, che rischia di inquinare il legame. È qui che le risorse individuali giocano un ruolo importante al fine di sedare la gelosia eccessiva che può ulteriormente allontanare il partner.

Forse il segreto resta sempre riuscire a trovare il giusto equilibrio all’interno della coppia, mettendo in campo le proprie risorse.

Lo sapevi che…

In Italia, secondo l’Istat, sono circa l’8%, quasi 4 milioni, le persone che hanno scelto di vivere una relazione a distanza.

Dubbi e domande…

Anonima, 18 anni
Stiamo assieme da due anni.. da circa 7 mesi abbiamo una relazione a distanza e ci vediamo una volta al mese. Io ho avuto un periodo nero e la distanza influisce perché mi manca tanto.. e lui mi ha chiesto tipo un periodo di distacco e mi ha detto che vuole vedere cosa succede se stiamo un po staccati…

Me, 18 anni
Stiamo insieme da 2 anni.. stiamo vivendo una relazione a distanza.. ma più o meno una settimana fa abbiamo litigato pesantemente…

Anonima
Sono fidanzata con un ragazzo da quasi tre anni. Un anno fa si è trasferito per lavoro a 500 km di distanza da me. Premetto che io sono una persona estremamente gelosa, ma da quando si è trasferito la situazione è peggiorata…


Nel film “Upside down” neppure la forza di gravità che divide due pianeti riuscirà a separare due innamorati.