se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Da qualche mese sto provando a conoscere il mio corpo…

Gentile dottore, vorrei un parere da qualche mese sto provando a conoscere il mio corpo e credo di aver individuato l’ovulazione. Nel senso che solitamente all’11esimo giorno ho il classico muco cervicale scivoloso e a chiara d’uovo. Questo muco si protrae per 3/4 giorni ma esattamente dal primo giorno in cui appare, le mestruazioni mi arrivano dopo 14 giorni.
Sono diversi mesi che lo osservo così e posso rimetterci l’orologio.
Ora però mi sorge un dubbio, ovvero in quali c’è il rischio maggiore di rimanere incinta? Dal primo giorno in cui ho muco e nei giorni prima? o dal primo giorno in cui ho il muco e nei giorni successivi?
Questo mese ho avuto due rapporti il 16° giorno, ed era esattamente il 4° (ultimo) giorno di muco. Il primo rapporto in realtà è stato anale, mentre il secondo è avvenuto con il coito (dopo un’ora dal rapporto anale e comunque si era lavato) ed è uscito qualche secondo prima di venire. Quanti rischi ci sono? Sono un pò preoccupata.
La ringrazio in anticipo
Sara, 33 anni

Cara Sara,
avere una buona conoscenza del proprio corpo rappresenta sicuramente un valore aggiunto e può aiutarti a capire un po’ più a fondo diversi aspetti riguardanti la sessualità. Innanzitutto è bene sapere che l’ovulazione non è detto che avvenga sempre nello stesso giorno, in quanto può variare da mese a mese; certamente la presenza del muco, che tu stessa descrivi, ci fa pensare che il tuo corpo sia, in quei giorni, in una condizione di maggiore fertilità, in quanto la secrezione del muco aiuta a ripulire l’ambiente vaginale per favorire l’entrata degli spermatozoi. Per chi desidera una gravidanza avere una buona conoscenza di questi aspetti può essere di grande aiuto ai fini di un progetto. Diversamente chi vuole evitare un concepimento questo non rappresenta un metodo sicuro ed affidabile, in quanto è molto difficile capire con estrema precisione il giorno esatto di ovulazione ed un rapporto non protetto, avuto due giorni prima, può portare con sè dei rischi. Gli spermatozoi, infatti, resistono nell’ambiente vaginale per circa 72 ore, quindi potrebbero andare a fecondare l’ovulo anche se l’ovulazione avviene successivamente al rapporto. Solitamente in un ciclo regolare di 28 giorni i giorni di maggiore fertilità vanno tra l’11° e il 18 °. Inoltre è bene sapere che quando si hanno rapporti consecutivi è importante usare precauzioni, in quanto gli spermatozoi potrebbero rimanere nelle ghiandole alla base del pene ed essere attivi per il rapporto successivo, a volte non basta fare attenzione all’igiene, ma per non incorrere in rischi inutili è sempre bene utilizzare un metodo contraccettivo. Anche il coito interrotto non è un metodo anticoncezionale efficace in quanto è difficile avere il controllo totale sul proprio corpo durante il momento di massimo piacere. Rispetto al rischio gravidanza quindi non possiamo darti, in questa sede, delle risposte certe e sicure di fatto vi è stato un rapporto ravvicinato e a coito interrotto nei giorni fertili quindi non si possono escludere eventuali rischi. Il nostro consiglio è di effettuare una visita di persona dal tuo ginecologo che potrà in questo modo darti maggiori delucidazioni.
Un saluto!