se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Non so cosa pensare. E’ possibile una gravidanza?…

Gentile dottore,
Le scrivo per avere dei chiarimenti su alcune domande.
Il mio ultimo ciclo l’ho avuto dal 7 marzo al 12 marzo il prossimo dovrebbe arrivare l’8 aprile; in questo mese ho avuto 5 rapporti con il mio ragazzo, tutti protetti, tutti terminati con eiaculazione esterne nel preservativo, e non nel presunto periodo fertile. Alcuni rapporti sono iniziati senza preservativo che però dopo circa 5 minuti abbiamo sempre utilizzato. Da tempo ho diarrea e ultimamente ho dolori alla pancia come da colite (o almeno sembra essere colite ), con meteorismo, frequente defecazione, rumori intestinali (penso dovuti al movimento dell’intestino), leggero senso di nausea con mancanza di appetito e senso di gonfiore e pesantezza. Inoltre da sabato 2 aprile ho la pressione bassa, tachicardia, difficoltà a respirare e capogiri quando passo dalla posizione da seduta o supina a quella prona (in piedi), preciso che nel mio paese sta cominciando a fare caldo, infatti mi accade di mattina, mentre la sera quando fa più freddo mi sento meglio. Su internet ho letto che la colite solitamente compare prima del ciclo. Ora le mi domande sono: è possibile una gravidanza in queste circostanze? Devo preoccuparmi per le mie condizioni di salute, riguardo la pressione e la colite? I sintomi possono essere di colite? Non so cosa pensare mi sento anche debole e stanca perché non sto dormendo molto. Grazie in anticipo.
Anonima, 19 anni

Cara Anonima,
vogliamo innanzitutto rassicurarti sulla possibilità che si sia instaurata una gravidanza. Per far si che avvenga un concepimento è necessario che ci sia un rapporto completo, inteso come eiaculazione interna.
Da quello che ci scrivi i tuoi rapporti sono stati tutti protetti e quei minuti iniziali senza profilattico non sono sufficienti a far si che ci sia un processo di fecondazione poiché il solo liquido pre-seminale sembra non essere in grado di dar seguito ad una gravidanza.
Per quanto riguarda la tua condizione di salute invece ti consigliamo di rivolgerti ad un medico se tale sintomatologia dovesse persistere. Un’accurata visita potrà darti maggiore chiarezza sul tuo attuale stato fisico. Tuttavia vogliamo evidenziare che la frequente defecazione e lo scarso appetito, con conseguente alimentazione ridotta, accompagnata da deprivazione del sonno può portare ad un’indebolimento dell’organismo con pressione bassa e sensazione di svenimento.
La tachicardia sembra non essere in linea con la pressione bassa, solitamente avviene il contrario, e fa più pensare ad uno stato ansioso in una sintomatologia simil attacco di panico (accompagnata da altri sintomi specifici come la difficoltà a respirare e la paura di svenire).
Probabilmente quest’ultimo periodo, a causa di tali preoccupazioni, per te non deve essere stato facile e lo stress ad alti livelli può portare ad una reazione somatica di questo tipo.
Speriamo di esserti stati d’aiuto, torna scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!