se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Io e il mio ragazzo l’abbiamo fatto per la prima volta dopo un anno e mezzo…

Salve, so di avervi scritto diverse volte e mi dispiace del disturbo.
Volevo sapere il vostro parere sulla mia situazione se posso stare tranquilla o meno riguardo a una possibile gravidanza.
Io e il mio ragazzo l’abbiamo fatto per la prima volta dopo un anno e mezzo che stiamo insieme. Questo è successo il giorno 10 uno dei miei giorni fertili, ma l’eiaculazione è avvenuta all’esterno. So che il coito interrotto non è una pratica del tutto sicura ma in assenza del preservativo ha fatto l’eiaculazione all’esterno.
Con la rottura dell’imene e di conseguenza la fuori uscita secondo lei io sono a rischio di una gravidanza o no?
P.s contino ad avere delle perdite di sangue anche oggi nonostante siano già passati due giorni è normale o è un fatto preoccupante?

Anonima


Cara Anonima,
vorremo prima di tutto sottolineare che questo è un servizio pensato proprio per i ragazzi dove possono fare domande e ricevere risposte rispetto ai propri dubbi. Siamo lieti che tu sia tornata a scriverci e sperando di averti dato risposte utili ti invitiamo a ritornare a scriverci per qualsiasi perplessità senza alcun timore.
Rispetto al tuo dubbio, purtroppo non avendo utilizzato un metodo contraccettivo sicuro, è difficile darti risposte certe e sicure, di fatto l’eiaculazione è avvenuta al di fuori ma esiste comunque una certa probabilità di rischio. Per quanto riguarda il coito interrotto, possiamo dirti che è un metodo anticoncezionale piuttosto diffuso, ma non il più sicuro: esso richiede un notevole autocontrollo da parte del ragazzo, un solo rapporto alla volta e un po’ di fortuna. Infatti, possono esserci fuoriuscite di sperma anche prima dell’orgasmo o il ragazzo può non uscire abbastanza tempestivamente, in tutti i casi è necessario non avere più rapporti consecutivi perché una parte degli spermatozoi rimane nelle ghiandole alla base del pene e può fuoriuscire anche nelle prime fasi del rapporto successivo. Rispetto allo spotting questo in effetti potrebbe essere ricondotto alla rottura dell’imene, ma solo attraverso una visita ginecologica è possibile appurarne l’effettiva rottura, di fatto non vi è nulla di cui preoccuparsi.
Detto ciò il nostro consiglio non potendo in questa sede fornirti informazioni più precise ti consigliamo di recarti di persona dal tuo ginecologo o recarti presso il consultorio della tua zona per chiarire i tuoi dubbi.
Un caro saluto!