se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Andrò a studiare all’estero, non trovo una ragione per restare qui. É normale?

Ciao sono una ragazza di 16 anni, come molti ragazzi il prossimo anno andrò a fare il 4 anno di liceo all’estero con molta probabilità in America. Cerco di trovare una ragione che mi convinca a restare ma non riesco a trovarla.. è come se non vedessi l’ora di andarmene da qui.. ma è normale che io non trovi nemmeno una ragione? Non lo so, per esempio i miei genitori, gli amici…(Non resterei mai comunque) Mi sento come svuotata, come se qui non ci fosse niente per me.. Sono sempre più stanca di studiare cose che reputo unitili (anche se comunque ho la media del 9) e sinceramente sogno e spero di non tornare neanche a fare il quinto anno qui.

Emily, 16 anni


 

Cara Emily,
innanzitutto complimenti per questa opportunità che hai conquistato.
Molto probabilmente questa esperienza è stata da te ricercata con una buona motivazione e spinta a metterti in gioco, perciò ci sembra giusto ripartire da questo entusiasmo che ti ha guidato nella scelta del progetto.
Nonostante questi nuovi orizzonti che si stanno aprendo, ci colpisce che invece tu ponga l’attenzione maggiormente sui motivi che non hai per restare.
Stando a quello che racconti sembrerebbe che adesso che hai un’alternativa, tutto ciò che vivi qui sia svuotato di senso.
Proviamo a fare alcune ipotesi conoscendo poco della tua storia…
Forse stai riponendo tutte le tue aspettative sulla partenza, anche per non sentire che rinunci a nulla qui? E’ possibile che a volte abbiamo bisogno di sentire che non ci sia nessun legame per poter spiccare il volo senza esitazioni?
E’ vero che spesso la quotidianità ci sta stretta ma ci garantisce delle certezze, mentre la ricerca di nuovi stimoli se da un lato arricchisce e fa sentire più vivi dall’altro ci espone a più paure. E’ una vera e propria messa alla prova. La paura può farci sentire soli, non adeguati, sotto pressione, ma la paura ci permette anche di capire quale risorse davvero abbiamo e quale è il modo migliore per tirarle fuori.
E la maturità che che hai raggiunto nello scegliere questa partenza probabilmente è intrecciata non solo con la vita che hai condotto fino ad adesso ma anche grazie alle persone che ti circondano come genitori e amici. Forse la tua è solo la voglia di vedere lo stesso mondo con nuovi occhi, nuove prospettive, nuove energie.
Può essere che tu stia vivendo un periodo di cambiamento, per cui i tuoi interessi si modificano, le tue abitudini anche, e sei in cerca di qualcosa che ti appassioni nuovamente. e questo lo si può cercare in ogni posto del mondo perchè la ricerca è dentro di noi. Potresti trovare tra i tuoi interessi qualcosa a cui dedicare tempo, da poter condividere eventualmente con qualcuno, amici/amiche o familiari.
Rispetto allo studio, invece, ambito in cui ti impegni e dove hai notevoli i risultati, pensa che stai gettando anche le basi per l’anno prossimo, questa preparazione ti servirà, sicuramente, anche per ciò che studierai all’estero.
Sicuramente tra i tuoi professori c’è qualcuno che ti trasmette passione nella propria disciplina, che può consigliarti dei libri, invogliarti in maniera creativa nelle discipline.
Non sappiamo se tornerai o meno in Italia, ma ciò che conta è che tu riesca a vivere la tua esperienza serenamente e poi tirerai le somme. Magari allontanarti per un pò potrà permetterti di guardare da lontano ciò che hai qui e rivalutare la tua vita, vivendo anche tante novità all’estero.
Un caro saluto!