se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Un bacio… ancora un bacio

via-del-bacioIn fondo un bacio cos’è? Per noi occidentali ha certamente un’importanza fondamentale nella costruzione delle relazioni. Baciarsi è la prima forma di intimità che i partner sperimentano e può diventare, con il tempo, uno dei principali simboli di complicità e solidità della coppia. Apparentemente è solo un piccolo gesto: il più semplice e naturale al mondo. In realtà ci baciamo per esprimere molte sfumature di sentimenti: amore, tenerezza e passione, per dare una prova di fiducia, di confidenza, di disponibilità, per fare la pace dopo un litigio o per augurare la buona notte.
La sensazione che scaturisce da un bacio è estremamente complessa ed alla base dell’emozione che provoca. Vi è il lavoro di ben 35 muscoli facciali, un’accelerazione del battito cardiaco, un aumento della pressione e la messa in circolo di sostanze neuro-ormonali che tendono ad innalzare l’umore. Il bacio esprime una serie molto ampia di situazioni e relazioni: dalla sottomissione al cospetto di un potente del quale si baciano i piedi, al saluto tra parenti ed amici; dallo scambio di intimità tra due amanti, alla cerimonia di ingresso in una categoria o in un clan; ci sono anche il bacio accademico o a quello tra mafiosi o vecchi camorristi, o a quello scambiato tra grossi esponenti della politica, vi sono poi i baci liturgici ad oggetti sacri durante le funzioni e l’amministrazione di alcuni sacramenti, o tra capi religiosi. Senza dimenticare negli ambienti nobili e raffinati l’usanza del “baciamano”, consistente nel gesto fatto da un uomo di sfiorare appena con le labbra il dorso della mano di una donna.
Il bacio più conosciuto è sicuramente “il bacio alla francese”, uno dei più appassionati e che può preludere l’atto sessuale o comunque inizia a far “assaporare” la complicità e l’intesa tra i partner.

Ma nel resto del mondo, un bacio ha lo steso valore? Alcune fonti storiche suggeriscono che in Giappone, prima della seconda guerra mondiale, i baci in pubblico erano vietati e puniti severamente perché considerati atto volgare e poco elegante; le cose nel tempo si sono ampiamente modificate, ma la riservatezza che contraddistigue questo popolo resta unica e il bacio “in mezzo alla strada” si cerca di sostituirlo con altre piccole attenzioni.
Il bacio degli eschimesi è molto particolare, non usano infatti le labbra, ma i propri nasi. Il contatto fisico avviene strofinando i nasi uno contro l’altro e aspirando contemporaneamente, per questo motivo viene definito bacio olfattivo.

Insomma, che sia composto, nascosto, rubato o sognato, il bacio resta per eccellenza l’espressione più autentica e fantasticata del sentimento e per dirla con Alda Merini:

“ […] Il bacio è come una vela,

fa fuggire lontano gli amanti,

un amore che non ti gela

che ti dà mille duemila istanti.[…]”

Lo sapevi che…

Secondo Freud, attraverso il bacio, si recupera il soddisfacimento dell’oralità dell’ infanzia. La bocca è il primo strumento privilegiato attraverso cui i bambini conoscono le persone, gli oggetti il mondo. I bambini portano tutto alla bocca, perché è un organo estremamente sensibile e luogo di transito di ciò che dà più soddisfazione: il cibo.

Attualmente si ritiene che il bacio abbia anche la funzione di cercare partner con un corredo genetico diverso dal proprio per rinforzare la prole.

Nel 1997, la canzone Kiss me dei Sixpence None the Richer, ha avuto un successo mondiale ed è stata addirittura suonata alle nozze del principe Edoardo di Windsor.

Dubbi e domande…

Anonima, 14 anni
In vacanza ho dato il mio primo bacio, lui ha continuato a scrivermi e io i primi giorni, siccome lui abita davvero lontano, ci stavo malissimo, ora sono più tranquilla…

Anonima, 18 anni
Ho sognato di baciare in modo abbastanza appassionato un mio compagno di classe con il quale ho un bel rapporto, ma solo di amicizia…


 I consigli di Will Smith nei panni di Hitch, meglio conosciuto come Dottor Rimorchio, su come approcciarsi al bacio.