A distanza di un mese ancora vivo nell'ansia...

A distanza di un mese ancora vivo nell’ansia…

Salve, avevo già in precedenza fatto una domanda ( https://www.diregiovani.it/esperti/altri-hanno-chiesto/42467-seno-gonfio-dolorante-dopo-ciclo.dg ) alla quale mi avete dato un’ottima risposta ma a distanza di un mese ancora vivo nell’ansia. Allora come avevo detto avevo eseguito due test negativi (uno a distanza di due settimane dal rapporto protetto col preservativo e uno dopo più di un mese). Inoltre avevo avuto un ciclo il 10 giugno (che mi aveva spaventata per via che non si depositava tanto sull’assorbente e che era incominciato con perdite marroni). Questo mese, il 5 luglio con esattezza, ho avuto un altro ciclo iniziato con una perdita marrone e poi regolarizzato quasi subito. Il flusso e la consistenza erano normalissimi, la durata é stata di tre giorni come al solito e ho avuto anche i miei soliti forti dolori alla pancia. Ora mi chiedo, dopo due cicli (seppur uno non abbondante) e due test negativi dovrei definitivamente stare tranquilla? Non potrebbero essere stati entrambi false mestruazioni? Ho letto però che se si hanno dolori mestruali forti allora il ciclo é vero mentre se sono leggeri si tratta unicamente di perdite da impianto… Mi dispiace scocciarvi nuovamente ma ormai non riesco più a vivere tranquillamente la situazione tanto è che non riesco più ad avere rapporti per paura che possano, se non mi è già accaduto, causarmi una gravidanza. Poi altri elementi che non mi fanno stare tranquilla sono aria nella pancia a volte (non capisco se sia colpa del caldo o del mio intestino abbastanza sensibile), alle volte poco appetito (forse dovuto al fatto che essendo estate vado a letto tardissimo e mi sveglio all’ora di pranzo?) e doloretti vari alle ovaie che so bene avere le cisti ma non so se mi facciano più male per questo.

Anonima, 19 anni


Cara Anonima,
come avevamo detto nella precedente risposta, non ci sono motivi concreti, da quanto dici, che possano far pensare a una gravidanza indesiderata. Di conseguenza, non ci sono motivi che portino a pensare che tu abbia avuto delle “false mestruazioni” anzichè un normale ciclo mestruale.
Forse è opportuno che per prima cosa ti rivolga a un ginecologo che ti tolga ogni dubbio su un’ipotetica gravidanza, ti rassicuri sul flusso del ciclo e sulle cisti e ti aiuti a trovare un metodo anticoncezionale sicuro che ti consenta di vivere più serenamente la sessualità. Fatto questo primo passo ed escluso o risolto qualsiasi problema di tipo fisiologico, ti chiediamo di riflettere sulla tua ansia in generale e in particolare sullo stato d’animo con cui vivi la tua sessualità. L’apprensione e la preoccupazione, per tua stessa ammissione, ti hanno portato a sospendere i rapporti sessuali col tuo ragazzo. Evidentemente questo stato di cose non può durare a lungo; potresti valutare la possibilità di rivolgerti a uno psicologo che può aiutarti a capire cosa sta succedendo. Un primo colloquio gratuito e senza impegno lo puoi fare anche presso qualsiasi Consultorio, se vuoi puoi farti accompagnare dal tuo ragazzo; l’obiettivo dovrebbe essere quello di vivere una vita sessuale più serena e senza ansie.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it