Mi è arrivato il ciclo in anticipo di 15 giorni. Sono incinta?…

Buongiorno, il 17 maggio ho avuto il primo ciclo, il 26 maggio ho avuto un rapporto dove si è rotto il preservativo con eiaculazione all’esterno, ma ho preferito prendere la pdgd.
Il 1 giugno mi è arrivato il ciclo in anticipo di 15 giorni, e ora mi è finito da due giorni e ho delle perdite trasparenti. È normale? Che succede? Sono incinta?
Grazie mille

Anonima, 20 anni


Cara Anonima,
il contraccettivo di emergenza è considerato un farmaco a tutti gli effetti e in quanto tale può portare degli effetti collaterali che possono variare da persona a persona in funzione della reazione dell’organismo. Ad esempio possono esserci episodi di nausea, vomito, cefalea, dolori addominali ma possono anche esserci delle irregolarità del ciclo sulla durata e la qualità del ciclo con anticipi, ritardi o episodi di spotting.
Questo perchè, come accennavamo in precedenza, il corpo si ritrova a far fronte ad un brusco ed elevato apporto ormonale e deve avere il tempo necessario per trovare nuovi equilibri.

Tendenzialmente queste irregolarità dovrebbero rientrare in un paio di mesi dalla assunzione della pdgd, se invece dovessi notare che le irregolarità persistono nel tempo allora potresti confrontarti con la tua ginecologa di fiducia.
Il contraccettivo di emergenza se assunto nei tempi e nelle modalità corrette ha una alta efficacia per cui non ci dovrebbero essere rischi significativi.
Se può rasserenarti puoi sempre effettuare un test di gravidanza, facilmente reperibile in farmacia, valido sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio.
Un caro saluto!