Genova, Francesco Bocciardo entusiasma i bambini dell'IC Teglia

Genova, Francesco Bocciardo entusiasma i bambini dell’IC Teglia

L’incontro nell’ambito del progetto Straordinaria Gente

ROMA – “Volevamo che i bambini incontrassero questo nuotatore paralimpico al fine di capire quanto chiunque possa raggiungere obiettivi straordinari se motivato dalla forza di carattere e dalla tenacia rispetto a un sogno”. Così racconta Maria Elena Tramelli, dirigente dell’Istituto comprensivo Teglia di Genova, commentando l’incontro di oggi con Francesco Bocciardo, giovane atleta genovese medaglia d’oro nel nuoto.

Un incontro pieno di domande da parte dei piccoli studenti della scuola, che hanno voluto sapere tutto, con quella curiosità e quel piglio tipici dei bambini che non si preoccupano troppo della diplomazia e vanno dritti al dunque.

Bocciardo ha risposto puntualmente senza risparmiare foto e autografi alla fine dell’incontro. Intervistata da diregiovani.it Tramelli racconta l’importanza non solo dell’insegnamento ma anche dello sviluppo della persona in relazione con gli altri, in un territorio così particolare come quello dove è situato l’IC Teglia. Una scuola di frontiera che ha delle peculiarità dal punto di vista territoriale e umano, nei confronti delle quali vanno attivate delle attenzioni specifiche.

“Per molti dei nostri bambini fin dall’età della scuola dell’infanzia è difficile definire il sogno e soprattutto immaginarsi grandi e realizzati in qualche lavoro o nella vita o come qualcuno che possa contare. Non riescono ad avere un’idea di sé positiva”, aggiunge la preside.

Con il progetto ‘StraordinariaGente’, di cui l’evento odierno fa parte, gli studenti del Teglia hanno incontrato e conosciuto anche Samanta Cristoforetti. Inoltre il 15 novembre Elena Tramelli sarà alla Camera dei Deputati per rappresentare la sua scuola e tutti i suoi colleghi e collaboratori in occasione del riconoscimento che l’istituto ha ricevuto da Save The Children per il lavoro svolto in questi anni.