Cos’è il Papilloma virus?

HPV è l’acronimo di Human Papilloma Virus e indica una famiglia composta da oltre 100 varietà di virus, trasmessa prevalentemente per via sessuale che si trova frequentemente sulla pelle (verruche mani, piedi o viso) e i condilomi o papillomi che interessano le mucose genitali e orali.
La maggior parte delle infezioni genitali da HPV regredisce spontaneamente; solo una piccola parte invece, se non trattata, può evolvere lentamente verso una forma tumorale.
Il tumore del collo dell’utero è la forma più frequente. Ma il virus Hpv potrebbe essere implicato anche nella patogenesi di altri tumori in sede genitale (vulva, vagina, ano, pene) ed extragenitale (cavità orale, faringe, laringe).

Le ripercussioni patologiche sono legate al tipo di ceppo virale con cui si viene a contatto. Finora ne sono stati identificati più di 120 tipi di Hpv, distinti e classificati in base al rischio di trasformazione neoplastica. Di questi una quarantina sono associati a lesioni del tratto ano-genitale, e non tutti hanno la stessa virulenza.Dei ceppi classificati ad alto rischio, due (HPV 16 e 18) si sono rivelati i principali responsabili dell’evoluzione tumorale dell’infezione, mentre tra i ceppi a basso rischio, i sierotipi 6 e 11 sono da soli responsabili di circa il 90% delle verruche genitali.

La diagnosi dell’infezione da HPV avviene in seguito ad un pap test di routine, che rileva lesioni sul collo dell’utero o in alcuni casi dei condilomi acuminati. A questo punto possono essere prescritti ulteriori esami come la colposcopia, che attraverso una analisi istologica, può circoscrivere al meglio le diagnosi.Un’ulteriore possibilità di diagnosi è fornita dalla ricerca del Dna del Papilloma virus umano (HPV test), nei tessuti della cervice uterina.

Lo sapevi che…

Fumo e alcol sono ulteriori elementi che facilitano le infezioni dell’utero da HPV; alcuni studi propendono per la responsabilità delle pillole anticoncezionali a base di estrogeni, che potrebbero rendere il tessuto uterino più attaccabile dal papilloma virus.

In alcune regioni italiane il test dell’Hpv è stato introdotto nello screening primario, in sostituzione del Pap-test, rendendo l’Italia uno dei primi Paesi impegnato ad aggiornare gli esami di screening primari su questo fronte. Esistono molti Hpv-test in commercio ma solo alcuni sono considerati clinicamente validi, soprattutto nel caso siano utilizzati per lo screening. Prima di eseguire un Hpv-test è quindi importante accertarsi che sia utilizzato un test adeguato, consultandosi col proprio ginecologo di fiducia.

Dubbi e domande…
Teresa, 22 anni
Vorrei avere chiarimenti sul papilloma virus…
Giulia, 20 anni
E’ possibile che mi sia stato mischiato pur essendo vergine?…


Intervista e servizio di Uno Mattina sull’HPV…

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it