Avverto un leggerissimo bruciore e un prurito intimo fastidiosissimo...

Avverto un leggerissimo bruciore e un prurito intimo fastidiosissimo…

Salve. Nell’agosto 2018 ho avuto un episodio di petting abbastanza spinto
con il mio ragazzo, ma durato poco. Subito dopo ho avuto una cistite e
facendo le analisi delle urine è risultata l’e.coli che ho curato con i
farmaci prescritti dal medico. Adesso da un paio di mesi avverto un
leggerissimo bruciore e un prurito intimo fastidiosissimo con perdite a
volte trasparenti e liquide e altre volte giallastre e gelatinose. Il
prurito si estende anche nella zona anale, anche se molto lieve. Non ho mai avuto rapporti e non vorrei che un semplice contatto possa avermi provocato qualche infezione sessualmente trasmessa come la gonorrea o la clamidia.
Non riesco neanche a vivere la mia sessualità in modo tranquillo perché
tengo molto più alla mia salute che a qualche minuto di piacere. Su
internet ho provato a cercare le differenze tra perdite vaginali e il
risultato è che le perdite gialle sono causate da infezioni sessualmente
trasmesse. Visto che il prurito si sta accentuando solo in questi ultimi
due mesi adesso mi sorge il dubbio e non so come affrontare la situazione,
anche perché non ne ho parlato con mia madre, mi reputo troppo riservata e timida per farle un discorso del genere. So che non è possibile
diagnosticare il problema con certezza, ma secondo voi le perdite gialle
sono sempre e solo dovuto a infezioni sessualmente trasmesse? O si può
trattare anche di altro come candida, sedentarietà (studiando passo molto
tempo delle mie giornate seduta), ecc? Spero in un vostro chiarimento,
saluti

Mary, 23 anni


Cara Mary,
come tu stessa hai scritto, è difficile in questa “sede” fare una diagnosi certa, ma possiamo aiutarti a capire meglio la situazione. La sintomatologia che descrivi può essere certamente legata ad una candida o ad altra infezione vaginale, che non è necessariamente legata a malattie sessualmente trasmissibili così importanti. Il prurito e il bruciore che provi indicano in ogni caso un ‘alterazione della flora batterica vaginale, che per essere curata necessita di analisi preventive per individuarne l’origine e la conseguente cura. Tieni conto che se hai utilizzato antibiotici senza prendere fermenti lattici è possibile che il tuo intestino, non completamente in forma, abbia contribuito all’insorgenza dei fastidi che stai vivendo.
Capiamo l’imbarazzo che provi a parlarne con tua madre, ma chi meglio di lei, in quanto donna, può capirti? Se proprio non ce la fai, puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia che ti prescriverà degli esami da fare. E’ molto importante capire di cosa si tratta per guarire il prima possibile e per riprendere ad avere una vita sessuale serena e tranquilla; in un rapporto di coppia l’intimità è importante per conoscersi a fondo e instaurare un legame più profondo.
Speriamo d’esserti stati d’aiuto e se ti va torna scrivere per farci sapere come stai.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it