Una volta tolto l'anello, durante la pausa, sono comunque coperta?...

Una volta tolto l’anello, durante la pausa, sono comunque coperta?…

Buongiorno, vi scrivo come sempre per due dubbi su nuvaring
Ho assunto l’antibiotico klacid per 5 giorni, e non sapendo se influisse o meno ho comunque preso in considerazione l’utilizzo di un preservativo per i 7 giorni successivi al termine dell’antibiotico.
Il mio dubbio nasce perchè i sette giorni di completo riacquisto dell’efficacia contraccettiva terminano il giorno prima di togliere l’anello. Una volta tolto l’anello, durante la pausa, sono comunque coperta?
Un ultimo dubbio è sul fatto di rottura di nuvaring. Nel caso si dovesse rompere, lo capirei? Si sente?

Silvia, 20 anni


Cara Silvia,
da quanto scrivi ci sembra di capire che ti sei mossa in completa sicurezza adottando un contraccettivo aggiuntivo durante l’assunzione dell’antibiotico. Tecnicamente non sembrano esserci particolari interazioni tra il farmaco citato e l’anello, ma hai utilizzato la procedura più idonea per cui non dovrebbero esserci delle alterazioni nell’efficacia contraccettiva. Tieni presente che l’anello vaginale, come scritto nel bugiardino, va tolto al termine della terza settimana (stesso giorno e stessa ora in cui l’hai inserito la prima volta), quindi nella settimana da sospensione in cui è previsto il ritorno del ciclo mestruale, l’azione contraccettiva prosegue, l’importante è che il nuovo anello vada inserito dopo 7 giorni e non oltre, anche in presenza di sanguinamento. La contraccezione è garantita se l’anello è stato in vagina consecutivamente per le tre settimane.
Riguardo alla possibilità di rottura dell’anello, è molto raro ma se dovesse succedere ovviamente te ne accorgeresti. Tieni presente che in vagina l’anello non dovrebbe procurare alcun fastidio, se dovessi avvertirlo si può spingere ulteriormente l’anello. Molte donne, infatti, si preoccupano della corretta posizione che assume l’anello una volta immesso: in realtà, la posizione precisa ed esatta non esiste, poiché l’elasticità del dispositivo permette all’anello di aderire perfettamente alle pareti vaginali, garantendo l’efficacia anticoncezionale. Quindi l’esatta posizione all’interno della vagina non è determinante per l’efficacia contraccettiva, purchè l’anello sia completamente inserito in vagina.  Quindi il consiglio che possiamo darti è ascoltare il tuo corpo e se il fastidio persiste contattare il ginecologo di fiducia che te l’ha prescritto per valutare la situazione da vicino. Quindi puoi fare affidamento alle tue percezioni!

Speriamo di averti chiarito i dubbi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it