Al liceo Kennedy studente vicecampione d'Italia di cannottagio

Al liceo Kennedy studente vicecampione d’Italia di cannottagio

L'intervista a Carlo Alberto Marra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il canottaggio non è uno sport molto famoso e conosciuto, come il calcio o il basket, non tutti sanno come funziona e spesso devo spiegare ai miei compagni quello che faccio”. Carlo Alberto Marra frequenta l’ultimo anno del liceo scientifico ‘J.F.Kennedy’ e da sette pratica il canottaggio a livello agonistico con il ‘Circolo canottieri Roma’.

“Nelle ultime tre stagioni ho vinto dieci titoli tra gare nazionali e campionati italiani e per poco non ho partecipato ai mondiali- ha dichiarato alla Dire- l’importante è far parte del gruppo azzurro e i miei due allenatori sono per me fonte di ispirazione, perché mi hanno insegnato che non bisogna mai mollare e bisogna sempre dare il massimo”.

Ai campionati italiani del 2017, svolti all’Idroscalo di Milano, ha conquistato la medaglia d’argento nel ‘Due con’, disciplina divenuta simbolo del canottaggio, grazie ai trionfi olimpici dei fratelli Giuseppe e Carmine Abbagnale e al timoniere Peppiniello Di Capua. “Lo sport ti dà una marcia in più e nel canottaggio non si può barare- ha spiegato Marra- vince chi si allena di più. O ti sacrifichi più degli altri, e sei disposto a dare più degli altri, oppure non vinci mai”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it