Nei primi tre mesi di assunzione della pillola si può rimane incinta?...

Nei primi tre mesi di assunzione della pillola si può rimane incinta?…

Buona sera,
sono veramente molto preoccupata. Da giorni non riesco a stare serena e l’ansia mi sta divorando.
Ho avuto l’ultima mestruazione il 14 agosto, giorno in cui ho cominciato a prendere Loette. Non ho fatto nessun errore: sempre presa allo stesso orario, nessun evento di vomito o diarrea e nessun altro farmaco preso durante i 21 giorni.
il 22 agosto ho avuto un rapporto completo, l’unico durante il mese (poi a causa dell’ansia ho usato anche il preservativo come metodo contraccettivo), alla fine del blister si è presentata l’emorragia da sospensione.
ho letto su internet che nei primi tre mesi di assunzione della pillola anche se si rimane incinta è possibile che arrivi lo stesso l’emorragia da sospensione perché il corpo essendo “addormentato” dalla pillola non avverte di essere incinta. è veramente così?
la seconda domanda che vorrei fare che mi assilla è: loette è una pillola a basso dosaggio, c’è il rischio che non sia buona per me e che non abbia fatto il suo effetto contraccettivo?
grazie

Federica, 25 anni



Cara Federica,
la pillola è uno dei contraccettivi più efficaci, se assunta con regolarità senza dimenticanze, episodi di nausea o vomito, interazioni con altri farmaci è davvero difficile se non impossibile restare incinta.
Solitamente quando si sceglie di assumere un contraccettivo orale si va da uno specialista il quale prescrive prima delle analisi e degli approfondimenti, necessari a comprendere lo stato di salute della paziente (livelli ormonali, stato di salute della tiroide, coagulazione del sangue ecc ecc). Successivamente, con tutti i dati alla mano il professionista decide quale pillola prescrivere  in modo da somministrare quella più adatta al personale quadro medico della persona che ha di fronte.

Per cui siamo sicuri che la pillola sia stata scelta in maniera adeguata rispetto al tuo metabolismo per garantire una efficacia elevata.
Le pillole di nuova generazione sono definite a basso dosaggio non perchè hanno una efficacia minori ma in quanto cercano di limitare gli effetti collaterali. Quindi cerca di stare tranquilla, e per qualsiasi dubbio è sempre bene confrontarsi con il ginecologo di fiducia che conoscendo meglio la tua storia può fornirti tutte le risposte che cerchi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it