Case da sogno. Drake ci porta dentro la sua villa a Toronto

Case da sogno. Drake ci porta dentro la sua villa a Toronto

Il servizio di Architectural Digest lascia tutti a bocca aperta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una residenza monumentale da far impallidire qualsiasi palazzo reale. In un servizio concesso ad Architectural Digest, Drake ci porta dentro la villa che ha fatto costruire a Toronto, sua città natale, su un terreno comprato nel 2016. Una proprietà immensa tutta in stile Art Decò, tra dettagli in oro finto, colori minimal e pavimenti di marmo, guardando le foto sembra di essere finiti in un palazzo di qualche istituzione più che in una casa.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

@archdigest @ferrisrafauli

Un post condiviso da champagnepapi (@champagnepapi) in data:

PER LE FOTO QUI

La villa si erge su tre piani e comprende, oltre alle camere da letto, bagni e cucina, una sala cinema con cimeli di vario genere, un campo interno di basket, un corridoio con teche trasparenti contenenti le maglie dei campioni di Nba e uno studio di registrazione. Vera chicca il pianoforte austriaco di marca Bösendorfer, realizzato in collaborazione con l’artista giapponese Takashi Murakami.

“È un lusso sfrenato – dice Drake alla rivista di settore – il messaggio è espresso con la grandezza delle camere, con i materiali utilizzati, con i pavimenti e con i tetti. Volevo essere certo che la gente vedesse il lavoro che ho fatto negli anni e riflettesse su tutti i vantaggi”. Insomma, perché prendere una cattiva strada quando ci si può impegnare in qualcosa che piace e che porta profitto?

La casa di Drake, però, era già apparsa sullo schermo. Il rapper l’ha inserita nel video di “When to say when & Chicago Freestyle”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it