E' Luca Bello il giovane campione del mondo di fisarmonica

E’ Luca Bello il giovane campione del mondo di fisarmonica

Il ragazzo è di Trieste e ha compiuto 14 anni a maggio scorso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il nuovo campione mondiale di fisarmonica ha un nome italiano: si chiama Luca Bello, è di Trieste ed è giovanissimo, ha compiuto 14 anni a maggio. Il ragazzo, eseguendo brani di Sergey Vojtenko e Bogdan Precz, si è classificato al primo posto all’International Oper Tropheé 14 & Under Classique (i ‘Mondiali di fisarmonica’), concorso promosso dalla Conféderation Mondiale del’Accordéon e che quest’anno compie 70 anni in una veste insolita, come per molti altri eventi, e cioè con la competizione trasferita online.

Bello ha partecipato per la seconda volta, iscritto dall’insegnante Mikela Uršič: lo scorso anno, con l’edizione svoltasi in Portogallo, era arrivato quinto. Nella sua categoria stavolta erano in 37 a gareggiare e sono stati valutati da una giuria internazionale di esperti. La passione per il vincitore è iniziata molto presto: aveva solo quattro anni quando è rimasto affascinato dai complessi locali austriaci – con la famiglia trascorreva le estati e molti weekend d’inverno in un campeggio in Austria.

Melissa Naschenweng, oggi cantante affermata nel suo paese, allora figlia del titolare, ha fatto scoccare la scintilla grazie alle sue doti artistiche: era lei che la sera suonava la fisarmonica. “…A sette anni ho cominciato a studiare la fisarmonica classica e qualche anno dopo, ho capito che il mio futuro sarebbe stato da concertista. Magari un giorno suonerò ‘Fairy Tales’, il concerto per fisarmonica e orchestra del compositore ceco Václav Trojan al Teatro Verdi di Trieste, la mia città, alla Scala di Milano e all’Opera House di Sydney”, ha detto Luca. Nel frattempo è uno studente al primo anno del liceo musicale di Trieste e da tempo frequenta la scuola ‘In-Music’ a Sesana, in Slovenia, dove va ogni settimana, accompagnato dai genitori. Sua madre Antonella è anche lei del mestiere: è arpista e insegna musica alle medie.

E poi c’è tanta pratica individuale a casa: si esercita tre ore al giorno. Insomma, Luca Bello è un adolescente come tanti, con le stesse esigenze e gli stessi divertimenti, che però vanta anche una passione e un talento particolare, che sogna di concretizzare diventando grande. Infatti, il suo piano è quello di fare il concertista o, come seconda alternativa, dice: “Insegnerò fisarmonica e farò master class e concerti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it