Io posso, al via video contest D.i.Re dedicato ai giovani

Io posso, al via video contest D.i.Re dedicato ai giovani

Riservato ai giovani tra i 18 e 30 anni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Sono aperte le iscrizioni al concorso ‘Io posso’, riservato a giovani tra i 18 e i 30 anni, invitati e invitate a creare un corto della durata di due minuti per esplorare come ‘Uscire dalla violenza. Il potere di generare libertà per sé, per tutte e tutti’. Il video contest è stato ideato da D.i.Re-Donne in rete contro la violenza nell’ambito del progetto ‘Libere di essere’ finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità con l’avviso ‘Per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto alla violenza alle donne anche in attuazione della Convenzione di Istanbul’, e vuole offrire ai giovani e alle giovani l’occasione per contribuire creativamente all’affermazione della libertà femminile come condizione necessaria per prevenire la violenza maschile contro donne e ragazze. Lo fa sapere con una nota stampa D.i.Re-Donne in Rete contro la Violenza.

“Il controllo e la limitazione della libertà e dell’autonomia delle donne faticano ancora a essere riconosciuti come la radice della violenza maschile, e questo anche nelle giovani generazioni, nonostante i passi avanti compiuti- spiega Antonella Veltri, presidente di D.i.Re- ‘Io posso’, il claim che abbiamo scelto e che dovrà essere utilizzato nel video, vuole stimolare ragazze e ragazzi a riflettere, con il loro linguaggio e le loro emozioni, sulla libertà delle donne per contribuire a costruire un cambiamento culturale che conduca a relazioni più rispettose ed equilibrate tra i sessi, dunque a prevenire la violenza”.

“Le opere – realizzate con qualsiasi tecnica, strumento di registrazione e tipologia narrativa, in interni o esterni, purché basate su contenuti originali, non coperti da copyright – devono pervenire a D.i.Re entro le ore 24 del 31 marzo 2021 secondo le modalità specificate nel regolamento – continua la nota di D.i.Re- È possibile partecipare sia a titolo individuale che come collettivo”.

Il corto vincitore “sarà annunciato e premiato nel corso del festival ‘Libere di essere’, previsto – Covid permettendo – dal 7 al 9 maggio 2021 all’auditorium Parco della Musica di Roma e realizzato in collaborazione con la fondazione Musica per Roma e Mismaonda, direttrice artistica Serena Dandini- fa sapere D.i.Re- Il video vincitore sarà proiettato alla prossima edizione del Riff-Rome International Film Festival, nell’autunno del 2021”.

“Il Riff è da sempre attento alla filmografia femminile e a storie che raccontino la forza e la diversità delle donne- afferma Fabrizio Ferrari, direttore artistico del Riff- Siamo felice e onorati della collaborazione con D.i.Re per la diffusione dei risultati del progetto ‘Libere di essere’ e dell’opportunità di aggiungere la nostra voce all’impegno per prevenire la violenza maschile contro le donne”.

“La violenza contro le donne viene abitualmente rappresentata attraverso immagini di donne ferite nel corpo, con occhi pesti, sofferenti, ‘vittime’– recita il bando del video contest- È necessaria una nuova narrazione, che vada oltre la logica della vittimizzazione spostando lo sguardo sul cambiamento, sul potere come possibilità, e che apra la strada a una diversa rappresentazione simbolica ed estetica”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it