Roma, la street art colora il cuore di San Lorenzo

In corso la realizzazione 'Fantasia in piazza' di Leonardo Crudi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La ‘piazzetta’ di San Lorenzo, cuore nevralgico del quartiere, si trasforma grazie alla street art. Sta prendendo forma in questi giorni l’opera ‘Fantasia in piazza’ di Leonardo Crudi, giovane artista che vive nel quartiere. L’intervento si propone di valorizzare l’area pedonale di Piazza dell’Immacolata con un enorme disegno geometrico e blocchi multicolore, per stimolare una fruzione creativa dello spazio urbano e restituirlo simbolicamente al quartiere come agorà. L’opera, promossa dal II Municipio e curata dalla rete di associazioni della Libera Repubblica di San Lorenzo, è la vincitrice dell’Avviso Pubblico Lazio Street Art, bandito dalla Regione Lazio con l’obiettivo di sostenere progetti di arte urbana, selezionati da una commissione di rappresentanti della Fondazione MAXXI, Fondazione Quadriennale e Fondazione Romaeuropa.

“Attraverso l’intervento dell’artista Leonardo Crudi, vogliamo proporre l’adozione di nuove strategie urbane che consentano di ridisegnare lo spazio pubblico a misura degli abitanti, di ogni età- spiegano Miranda Apruzzese e Emilia Giorgi della Libera Repubblica di San Lorenzo– Con una semplice ma efficace operazione di urbanismo tattico, vogliamo proporre una nuova idea di città, con una forte dimensione esperienziale che vede strade e piazze come luoghi comuni e condivisi”.

L’opera prevista sulla pavimentazione della piazza, rivestita da basaltine, andrà a definire elementi geometrici, giochi cromatici e percorsi ludici che richiamino l’attenzione dei passanti e dei bambini invitandoli ad interagire ed abitare lo spazio, in modo che anche le aree adiacenti la piazza potrebbero essere utilizzate come spazi per le scuole e introdurre pratiche innovative di educazione formale/non formale in tempo di Covid19.

“L’opera di street art orizzontale assume il ruolo di dispositivo utile all’organizzazione dello spazio pubblico, come risultato di un processo di partecipazione individuale e collettiva, sia nella creazione eseguita dall’artista e dai cittadini che verranno coinvolti, sia nella fruizione che sarà lasciata alla fantasia degli abitanti”, dichiara la presidente del Municipio Roma II, Francesca Del Bello.

Come atto di urbanismo tattico, il progetto ‘Fantasia in piazza’ intende pacificare il conflitto che destituisce il cittadino dal proprio ruolo e lo confina ad ospite nel proprio spazio vitale: ripensare la Piazza, non come luogo isolato ma come elemento urbano inserito in un più ampio progetto di restituzione del quartiere ai suoi abitanti. Elemento distintivo del progetto è infatti il sostegno di questa rete territoriale articolata e già sperimentata negli anni, che connette cittadini, spazi sociali e associazioni, scuole, in dialogo con l’amministrazione pubblica.

La scelta stessa di co-progettare l’opera con La Libera Repubblica di San Lorenzo, incarna l’intenzione di rappresentare la pluralità delle voci che operano come osservatorio dei cambiamenti sociali e politici del territorio, promuovendo proposte di miglioramento e mitigazione a valere sul diritto alla città.

Come spiegano gli attivisti e le attiviste della rete, “La trasformazione dello spazio urbano, attraverso nuove pedonalizzazioni, aree verdi e luoghi dedicati al gioco, allo sport e alle più diverse attività a cielo aperto, soprattutto in un periodo di grave emergenza sanitaria, costituisce anche uno strumento di azione sulle disparità socio-economiche che caratterizzano le città contemporanee. Il diritto allo spazio e al verde pubblico guida da anni le nostre iniziative civiche e politiche”.

Dopo l’inaugurazione, che si svolgerà i primi giorni di aprile, la piazza prenderà vita grazie alle numerose iniziative che saranno messe in campo nel tempo dalle associazioni presenti nel quartiere.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Marco Marchese
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it