Le studentesse di ‘Girls Code It Better’ si raccontano online

Sabato 17 aprile dalle 14,30 alle 18,30
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Creatività, innovazione, donne. Sono questi i tre ingredienti di “Digitale code & tell”, l’evento digitale che si terrà sabato dalle 14,30 alle 18,30 in diretta online alla pagina forms.gle/Gy996ZpLJivFQ3tC8

Durante l’incontro le allieve delle secondarie di secondo grado ed extra-scuola racconteranno il loro percorso creativo, presentano le loro sfide, mostrando i loro progetti all’interno di ‘Girls Code It Better’. Sostenuto da Officina Futuro Fondazione Maw, ‘Girls Code it Better’ è il programma nato per avvicinare alla tecnologia le alunne delle scuole secondarie di primo e secondo grado attraverso laboratori di progettazione, di programmazione informatica e fabbricazione digitale.

Nel 2020 si è svolta la settima edizione e dall’inizio del programma sono state coinvolte 900 ragazze in tutta Italia e 53 scuole. Sabato all’incontro parteciperanno l’ideatrice di Gcib Costanza Turrini; il fondatore di “Telefono Azzurro” Ernesto Caffo; l’animatore digitale Gabriele Benasi e Barbara Di Pasqua di “Maw”. A partire dalle 15,30, invece, interverranno Jessica Redighieri; Barbara Mazzolai, director per la robotica; Greta Galli, tiktoker e Ilaria Cislaghi, programmatrice per videogiochi. In chiusura, dalle 16,30, le ragazze dei club racconteranno il loro percorso. 

” ‘Girls Code It Better’ è un percorso di imprenditorialità nel quale sperimentare la creatività e approfondire le conoscenze sviluppando nuove competenze – spiega Costanza Turrini, ideatrice e project manager di ‘Girls Code it Better’. – Abbiamo riscontrato con soddisfazione che il metodo didattico funziona con successo sia a distanza sia in presenza, sia a scuola sia nei laboratori extra-scuola come modello flessibile testato e comprovato anche dalle presentazioni delle ragazze. Manterremo, quindi, la possibilità di attuare anche i laboratori a distanza per le scuole che preferiranno aderire attraverso questa modalità anche per l’edizione 2021-22”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it